venerdì 24 dicembre 2010

TACCHINA RIPIENA DI NATALE

Ed eccoci qua.
Quest’anno il Natale è arrivato di soppiatto…onestamente non sono mai stata una “natalosa”, non mi sento né più buona né più di buon umore. Mediamente lavoro tutto il giorno alla Vigilia e se va di lusso, non sono di turno a Natale o Santo Stefano…
Comunque, non voglio sembrarvi arida o cinica, perché, vi assicuro, non lo sono affatto.
Anch’io ho le mie tradizioni  ed adoro trascorrerlo con la mia famiglia.
Questa ricetta mi ha sempre ispirato ed è da qualche anno che la propongo ad amici e parenti.
                  
INGREDIENTI:

1 tacchina di circa 4 kg.
Patate a piacere
 Per il ripieno:
salsiccia senza glutine (è un impasto quindi occhio)  tre etti circa (una 40ina di cm!)
1 mela renetta
1 gambo di sedano
3 cipollotti freschi
5/6 prugne secche senza nocciolo
1 mazzetto di bietole
Olio di oliva, sale &pepe q.b.
Acqua, dado senza glutine, vino bianco

In una casseruola mettete a soffriggere i cippollotti tagliati a rondelle in un po’ d’olio.
Aggiungete la pasta della salsiccia, privandola della pelle.
Fate rosolare bene rompendo i grani per amalgamare.
Sbucciate la mela e tagliatela a quadretti, le prugne ed il gambo di sedano.
Fate rosolare bene.
Tagliate a striscioline le bietole ed aggiungetele per ultime.
Salate e pepate.
Levate dal fuoco quando le bietole sono appassite e tutti gli ingredienti sono cotti, ma non troppo (la mela non deve diventare un purè!)
Prendete la tacchina e mettetela in un tegame ben oliato. Io generalmente uso un tegame usa e getta di alluminio (te la godi di più se hai meno cose da lavare!!)
Riempitela col ripieno…io chiudo il buco con una patata intera.
Ungetela e salatela. Disponetela al centro ed aggiungete le patate.
Io faccio cuocere tutto insieme perciò taglio le patate grosse, a metà, in questo modo saranno perfette ed in sincronia con la tacchina.
Riempite il tegame ed oliate e salate le patate, rimescolando bene con le mani.
Infornate a 180 gradi.
Mettete sul fuoco un pentolino metà acqua e vino bianco + il dado e portatelo ad ebollizione.
Quando il dado sarà sciolto mettete il fuoco al minimo.
Aspettate che la tacchina inizi a dorare ed ad asciugare in superficie ed iniziate ad irrorare col liquido.
Io uso una meravigliosa siringa da 50ml (deformazione professionale?) non sgocciola e riesco a maneggiarla con facilità…
Proseguite la cottura controllando che le patate non si coloriscano troppo presto (rimescolatele facendo attenzione a non romperle e a non ustionarvi!)
Una tacchinella di 4 kg cuoce, mediamente, in 2 ore e mezza, a seconda del forno.






1 commento:

  1. Francy, mi è venuta voglia di assaggiarla? come si fa? me la prepari per la prossima occasione? Anche se non sarà più Natale, che ce frega!
    Bacini natalosi.

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...