lunedì 23 maggio 2011

PICCOLI SEGNALI….

Non saprei come altro intitolarlo questo post, davvero.
Io mi sono sempre considerata una persona semplice, sufficientemente intelligente da conoscere i propri limiti, fisici e mentali.
Non lo dico con falsa modestia, sia chiaro, ci tengo a precisarlo.
Non mi cimenterò mai a cucinare piatti complicati, torte a pluristrato con decorazioni che sembrano opere d’arte …. mi limito ad ammirarle, a complimentarmi con l’autore.
Non possiedo né la teoria, né tantomeno la pratica. Onestamente non credo che avrei neppure la pazienza, mi conosco, dopo un po’ mi stufo e divento approssimativa.
Fa parte dei miei limiti.
Quando però mi fisso su qualcosa e decido di farla, non c’è possibilità di fermarmi…credo faccia parte delle mie compulsioni.
Perciò, se vedo una bella torta con la ricotta e la farina di riso, una torta che mi sconfinfera, la faccio, punto.
Anche se il blog dove l’ho presa non mi dice un granchè, carino si, ma non raggiunge gli standard che piacciono a me…d’altra parte non si può sempre pretendere il massimo da tutti, no?
Comunque, non voglio essere sempre la solita polemica.
Scelgo di fare la torta e, per correttezza professionale, chiedo il permesso, eventualmente, di postarla…me lo da.
Poi, così, le dico che pensavo di metterci anche un ciccinino di cacao amaro e lei mi risponde che approva, ma più di un ciccinino magari.
Vabbè, se deve decidere tutto…
Domenica mi metto a farla, riprendendo passo passo la sua ricetta perché, nonostante tutto, la signorina è precisina e le dosi te le dà perfettine perfettine.
Accendo il forno, termino la preparazione, inforno.
Imposto il timer e scendo in cantina e faccio una lavatrice…
Poi vado su nello studietto dove da, credo, un paio di settimane, giace immobile ed agonizzante, il piumone in attesa di essere tumulato nel sacco del sottovuoto insieme al suo copri, tutto colorato e pulito. Mi armo dell’aspirapolvere, mi avvolgo tipo danzatrice del ventre con serpente, di quel ca…zz di tubo ed inizio ad aspirare tenendo tappato quello stramaledetto pirillo che sennò di aria non ne aspira no.
Mi inginocchio sul cadavere, tenendo premuto e schiacciato, controllando che ci sia un minimo di raggrinzimento, schiacciando qui e lì, convinta che, nella galleria del vento della Ferrari, ci sia meno rumore.
Il raggrinzimento, lentamente, procede….
Silenzio.

D’un tratto il silenzio mi avvolse, avvolse tutta la casa…
Mi tirai su (con una certa fatica devo aggiungere…soffro di quella patologia che chiamo ginocchio sifulobastardo.).
Guardo l’aspirapolvere, si sarà surriscaldato…però che pacco, non è da due ore che son dietro a far ‘sto lavor…
Poi, il mio neurone Domenico (perché durante la settimana lavorativa ne ho due funzionanti, la domenica uno riposa), si illumina.
Clicco sull’interruttore della luce…
MA PORCA DI QUELLA….!!!!
La luce, è saltata la luce!
Scendo le scale con il panico, IL FORNO, IL FORNO, è elettrico!
LA TORTAAA
Apro la porta di casa, sciacco il pomello per aprire il cancello…ma se non c’è la luce…cerco le chiavi di casa, apro il cancello, apro lo sportellino del contatore, un geco mi schizza quasi addosso facendomi perdere circa due anni, due anni e mezzo di vita.
Lampeggia la spia rossa…c’è un messaggio…che c…zzzzo dice? Non c’ho gli occhiali…
“Probabile sovraccarico del 39%”
Probabile ‘sta fava, è saltata la luce, se è saltata, probabile cosa??...mbecille.
Tiro su, tiro giù, ma come deve stare su o giù?
Su.
Nel frattempo rientra il Ciccio, un po’ febbricitante e maldigoloso.
“Che fai amore?”
“E’ saltata la luce, c’ho la torta nel forno, sfiga di m…a!”
Torno in cucina, la luce è tornata, il forno no.
No, perché anche lui ha bisogno di un paio di minuti per riprendersi da uno shok del genere, no?
Giro le manopoline un paio di volte, cerco di incoraggiarlo e si riaccende!
Ora, io non voglio dire, ma quando una pensa di essere una prof e ti spiega sempre tutto, come fare, cosa non fare, mettici più di un ciccinino, usa questo, fai quello…non dovrebbe anche avvisarti di non sovraccaricare accendendo più elettrodomestici in una volta???
Chiedo troppo?
Sono piccoli segnali, di un’importanza determinante, secondo me.
O segni del Destino, non so.
So solo che ho trascorso un’orribile domenica mattina, e non credo sia solo per colpa mia, non lo credo affatto.


Allora, per gli ingredienti vi rimando qui.
Io ho usato la farina di riso della Nutrifree
Lievito per dolci A.R.P.A
E l’aggiunta di due cucchiai colmi di cacao amaro della Easyglut.
Spolverata finale di zucchero a velo sempre Easyglut.


La torta è ottima, ma io non ho più la forza…
Il cadavere del piumone giace ancora su nello studio, non so quando riuscirò a rientrare in quella stanza…


39 commenti:

  1. noi la troviamo meravigliosaaaa ciccinino più o meno di cacao, la tua è perfettaaaaa, peccato non essere lì! Baciotti e ronron Helga e Magali

    RispondiElimina
  2. Capita spesso anche alla sottoscritta che oltre tutto ha il contatore con lucchetto...e la chiave si trova in cantina, che di solito è chiusa a chiave......non ti dico che giramento di p.... ogni volta!!! La tua torta è splendida! un bacio

    RispondiElimina
  3. Mamma mia, è stata una vera odissea! Fortunatamente alla fine è venuta fuori una torta deliziosa!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  4. Molto golosa! Passavo di qua e ho visto questa meraviglia e così mi sono anche unita ai tuoi lettori fissi! CIAO SILVIA

    RispondiElimina
  5. A casa dei miei (una villa enorme) fra luci e qualcosa che non capivamo, si staccava sempre e d'inverno specie con la pioggia uscire fuori era una batosta.
    Almeno ti sei rifatta con questa delizia.
    Brava!

    RispondiElimina
  6. Ma com'è che me l'ero persa da quella perfettina??? Grazie così me le salvo tutte e due!!!
    P.s. Be' a me capita ogni volta che accendo il forno... :(

    RispondiElimina
  7. Tinny che delizia questa fetta, è per me? ;)
    un abbraccio

    RispondiElimina
  8. Fortunatamente ti e venuta un'"opera d'arte"!Sembra perfetta,carina!Un bacione!

    RispondiElimina
  9. AHAHAHAHAH!!!Tinny cara....la luce che salta a casa mia è routine..lavatrice,frigo lavastoviglie...AHAHAHAH!!!!epoi si litiga per chi deve scendere al contatore...hihihi
    la torta è un'attentatooooo!!!!lo sai che da dicembre sto a dieta per sto cacchio de matrimonio..ahahahh!!!!LA VOGLIOLAVOGLIOLAVOGLIOOO!!!!!!!
    SEI FORTE QUANDO TI INCACCHI...!!!

    RispondiElimina
  10. Mah ti dirò....adesso non una fetta ma tutta la teglia mi farei...sembra e sicuramente lo è stata deliziosissima...ciao.

    RispondiElimina
  11. Conoscendo anch'io i miei limiti ho preferito andare a letto alla solita buon'ora per potermi gustare al meglio stamattina il tuo post che, come tutti quelli che scrivi fa resuscitare i morti (a parte quelo che hai nello studio)per un tuo stile personale che mi piace proprio tanto. Avendo subito numerosi black out durante i miei anni da zitella, a casina nuova abbiamo fatto il pieno di watt..
    Comunque la tua torta di scuola "perfettina" non si è accorta di nulla e la trovo goduriosa, ci starebbe di un bene pucciata nella tazzulella 'e caffè che ho accanto, buona giornata, spero la salute sia tornata a frequentare la vostra casa :-)

    RispondiElimina
  12. L'avevo vista anche dalla "perfettina" e mi era piaciuta...l'aggiunta del cacao la rende ancora più golosa. Panico a parte e risveglio del neurone dormiente causa turbolenza, il risultato è golosissimo!

    RispondiElimina
  13. Ahahahahahahah.... sono qui che rido con le lacrime agli occhi! Sì perchè ti vedo nel panico correre per casa cercando di salvare una torta nel forno e nello stesso tempo allarmata per un piumone che potrebbe fare grinze! Il racconto è stupendo... mi fa venire in mente un libricino di racconti esilaranti (ma sempre con una morale di fondo) che leggevo da piccina... Tinny, sei unica! Dovresti davvero cimentarti in racconti...
    La torta ha un aspetto stupendo... ciccinino più ciccinino meno!

    RispondiElimina
  14. Più ti leggo e più mi convinco che abbiamo tante cose in comune. Anche io domenica ero alle prese con il far entrare il piumone lavato nella sua busta piccinina (mutuato da te questo termine?). Non ho avuto l’aiuto dell’aspirapolvere “anaconda” ma di “Mastro Lindo Casalingo” che con la forza delle sue braccia possenti è riuscito a compattarlo a tal punto da farcelo entrare. E anche per quest’anno la sua tumulazione è avvenuta e ora giace in cantina.
    Ti sembrerà una coincidenza voluta, cercata, ma anche io ho dato il nome al mio neurone. Si chiama “Rosario il neurone solitario” e di lavorare, come da buona tradizione siciliana, non è che ne voglia sentir parlare. Sarà il caldo, l’afa, l’aria soffocante africana (anche se deve ancora arrivare la stagione giusta) ma è un pelandrone di prima categoria e per colpa sua faccio delle figuracce da svampita! Passo da momento di lucidità e perspicacia invidiabili a momenti confusi tipo da nube primordiale, proprio come Dory. Ti ricordi della pesciolina svampita amica di Nemo, il cartone Disney? A lavoro mi chiamano così ed è tutta colpa di Saro, forse è depresso, poverino, tutto il giorno solo. Dammi il numero di cellulare di Domenico, magari riesce a tirarlo un po’ su. Ah, ti dicevo…mmm…cosa stavo dicendo? Rosario, smettila di infilarti le dita nel naso e concentrati per favore! Ah, la torta è golosissima, ci vorrebbe proprio una sferzata di bontà e di cioccolato. E’ meglio di no, poi non carbura più e mi aspetta una giornatina piena di cose da fare. O forse è domenica…che devo fare? Rosariooooooooo

    RispondiElimina
  15. maròòòòòòòòòòòò... mi fai scompisciare!! io il catafero...lo ficcai da sola nel coso e aspirai..stavolta andò bene :)) ma la torta mi pare perfetta lo stesso! mitica Tinny! bacioni :XX

    RispondiElimina
  16. et voilà che, attraverso lazzi e frizzi, volteggi e capitomboli letterari e metaforici, la colpa, come consueto, ricade su di me!
    Chi si ricorda le strisce di BC? (ehi! Strisce nel senso di vegnette!). C'è Fat che sta preparando un arrosto allo spiedo; le si avvicina BC che assaggia e godutissimo le chiede come l'abbia cucinato. Fat racconta: allora, prendi un cosciotto di montone, lo frolli sbattendolo ben bene per terra, lo inspiedi poi lo fai cadere accidentalmente nel fuoco, lo porti al fiume lo immergi e te lo dimentichi per mezz'ora, lo lavi, spremi bene... BC se ne va facendo BLEAH...
    Ecco mi sembravi un po'...
    Ma che ci posso fare io se hai il contatore ballerino? Poi, scusa, ma chi è che ha cominciato a chiamarmi prof? Tu! Io non mi sono mai spacciata per tale e neanche lo vorrei essere... questa è la mia precisazione. E', vero sono proprio pignolina e forse dovrei prevedere che QUALCUNO sovraccaricherà la sua rete utilizzando troppi elettrodomestici tutti insieme, che QUALCUNO ha un forno strano (da par suo!) che non si riaccende dopo uno sbalzo di corrente e che, anzi, ha bisogno di un piccolo incentivo (zuccherino? beverone? pluricentrum? promessina di portarlo ai giochi se fa il bravo?), che QUALCUNO la domenica può contare su un neurone solo e che anche quello non è che giri proprio a pieno ritmo, ma come si fa? Prof vabbé, passi, ma mica indovina!
    Fatto sta che sei stata FORTUNATA! La torta pare esserti venuta, venuta bene anche... (nonostante manchi ancora di quel GRAMMO di cacao in più che qualcuno, immensamente giudizioso, ti aveva consigliato di aggiungere... Lo vedi dove manca? Proprio lì! no... un po' più a sin... ecco no, un pochino sopra... troppo sopra! Più giù... e aloooòra!).
    Insomma, per qualche giorno la colazione è ancora assicurata, poi si vedrà!
    Un bacio e me ne vado. Devo correggere i compiti.

    RispondiElimina
  17. Ahahah!!!Scusami Tinny...lo so che è una situazione tragica ma come l'hai raccontata mi sono morta dalle risateeeee:-)))
    pero' la torta non ha subito traumi e questo è l'importante!!un abbraccio e...accendi un elettrodomestico alla volta...forse è meglio!!!

    RispondiElimina
  18. Vedo che il problema kw è di un pò tutti...io al posto tuo non sarei riuscita a mantenere tanto la calma..e sicuramente avrei dato la colpa al marito che nel mentre tornava a casa!:-))Comunque la torta non sembra aver subito danni..anzi!!Brava e abbracci!

    RispondiElimina
  19. sarò idiota che pensavo che dicessi sul serio?
    in ogni modo, mi sembra che malgrado tutte le traversie ti sia venuta più che buona, no?

    RispondiElimina
  20. @Pates: grazie, è buonissima.
    @Elena: ma davvero, oltretutto ho avuto un attimo di panico perchè non ci pensavo proprio!
    @Alda&Mariella: si, si, buonissima.
    @Sississima: grazie, anch'io!
    @Gloria: eh già, mi ha consolata davvero! Grazie.
    @Fantasie: la sua è molto più bella....
    @Stefania: vabbè, solo quella fettina, però, eh?
    @Lenia: grazie sei dolcissima.
    @Cristina: grazie! E che non hai visto niente!
    @Max: grazie, sei sempre gentilissimo.
    @Libera: ciao cara, sei sempre squisita. La salute sta tornando, lo sai già. La torta alla mattina, nella tazzulilla, mi aiuta ad accendere il secondo neurone! Bacione...
    @Marcella: la torta della Fausta è uno spettacolo, la prima volta l'ho fatta normale, la seconda ho azzardato il cacao, ma il risultato è ottimo. Un abbraccio.
    @Dadà: grazie cara, la verità è che molte volte mi sembra di essere davvero in una situation tragicomedy, su un set...solo che quando mi giro le telecamere non le vedo mai!
    @Ciccia: troppo carina la pesciolina! Il tuo neurone è qui, mi ha detto di dirti che vuole stare un pò con Domenico, chiaccherano, chiaccherano in continuazioneeeee! Un bacione
    @Soniuz: io lo infilai il giorno dopo, con cautela. Un baciottoneee.
    @Proffausta: il mio forno è nuovo, me l'ha regalato il ciccio e funziona benissimo! Fortunata si, la torta è venuta, ma SOLO per le mie stratosferiche abilità CULInarie. Il cacao era giusto, ma se ne gradisci un pò nelle orecchie me ne è avanzato un CICCININO...
    @Makenia: grazie...solitamente lo faccio, ma ero presa dal sacro fuoco della casalinga tuttofare...non so perchè...
    @Amichecuoche: il marito si è dato all'istante credo per il mio sguardo assassino alla Stephen King!

    RispondiElimina
  21. Tinny Tinny! Una torta così dovrebbe far dimenticare piumone, fatiche, polemiche, ciccinini! Un abbraccio forte e buona settimana.

    Camilla

    ps. finalmente riesco a lasciare un commento... mi sono dovuta registrare! :P

    RispondiElimina
  22. Sai una cosa Tinny? Una torta dev'essere quello che e', questa torta per esempio se fosse decorata sarebbe un abuso! Ma una 'sponge cake' (che sanno di poco o niente) allora vanno decorate, c'e' poi chi lo fa con gusto e chi meno, ma questa e' una questione di estetica, e per quanto riguarda saperlo are, o averne il tempo e la pazienza... queste cose si acquistano solo con l'interesse.

    Comunque, se dieci anni fa mi avessero detto che mi sarei sbizzarrita a decorare cupcakes come se fossero vestiti da principesse di Disney, avrei detto; "Io?????" (Ovviamente da brava 'modesta' penso di farlo con piu' finezza di certi cupcake, torte e dolci psicadelici che si vedono in giro!)

    Nella vita non si puo' mai sapere :-)

    Baci

    Alessandra

    RispondiElimina
  23. Naturalmente queste cose capitano a tutte le persone "normali"....non alle perfettine. Ma come la racconti tu sembra che ti sia capitata una roba enorme. Dai Yinny fai teatro, saresti perfetta. Beh...aspetto la prossima di "Casa Vianello".. Un bacio

    RispondiElimina
  24. se questo è il risultato del trafelamento...bhe!!!comunque dai, non avrai avuto + le forze..ma avevi qualcosa con cui riprenderti!!!!:)

    RispondiElimina
  25. Calma, calma, calma. A volte mi sembra di essere un'adepta zen. Però a volte che fatica.
    Come il commentare, è da ieri che ci provo, oggi sembra che cambiano browser me lo consenta!
    Tesoro la tua torta è deliziosa.

    Baci Giovanna

    RispondiElimina
  26. Mamma mia che splendore Tinny!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  27. ciccinaaaaa....sono iooooo....cara se hai il tempo necessario e il tuo neurone non ti tiene sotto scacco...parteciperai al mio contest??? baciuzzi :XX

    RispondiElimina
  28. Tinny e care ragazze (eh già, sembra un club per sole donne....), ad evitare traumi vostri ed a carico di torte ed affini perché non passare ad un contratto da 3 a 4.5 Kw???

    RispondiElimina
  29. @Camilla: che onore, cara, mi fa piacere! Un abbraccio.
    @Alessandra: tu sei bravissima...anche i tuoi aiutanti!
    @Meris: vero, eh? Ci dovrebbero scritturare per una sitcom!
    @Spunti&: avete ragione, la tortina mi ha decisamente sollevato il morale! Un abbraccio.
    @Giovanna: servirebbe anche a me...lo zen! Per blogger, bo? Sta facendo un pò casino!
    @Kiara: grazie, davvero.
    @Soniuz: devo chiedere al neurone...!!
    @Zucconcello: ma dai? Bacino.

    RispondiElimina
  30. Beh alla fine il disastro è stato scongiurato!!! infatti l'effetto finale è meraviglioso e allettante!!! :)

    RispondiElimina
  31. Tinny, vigliacca! Ce le hai ancora messe!
    (sfido chiunque ad indovinare di cosa si sta parlando!)
    un baciotto

    RispondiElimina
  32. **Luciana: grazie della visita, vengo a curiosare.
    **Faustidda: e dammi il tempo, noooo???!!!

    RispondiElimina
  33. Mi sa che si è perso il corriere eh! Vedi di strigliarlo a dovere che qui doveva recapitarmene tre fette e non si vede nemmeno una briciola *.*

    ...appena torno a casa mi tuffo nella cioccolata, per voglia matta stimolata da te, ti senti un pò in colpa?






    NO!? come no?

    RispondiElimina
  34. **Tiziana: mai fidarsi dei corrieri, io spedite l'ebbi! Non mi sento minimamente in colpa, la cioccolata è un salvavita, lo sai? Un bacione.

    RispondiElimina
  35. Cara...passa da me c'è un post che ti riguarda ;)

    RispondiElimina
  36. Cara Tinny,passa dal nostro blog!C'e un regalino per te!Un bacione!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  37. Buongiorno Tinny, pur immaginando la vostra domenica tra colpi di tosse, sbadigli e starnuti io sono passata per augurarvi BUONA DOMENICA..la vostra "mano di gomma" :-D

    RispondiElimina
  38. Tinny anche tu,cosa ti viene in mente a metterti a usare altri elettrodomestici quando hai la torta nel forno hihihi pensa se ti succedeva mentre eri sotto la doccia hahaha
    Ti e venuta una splendore!
    bacioni buona domenica Francesca

    RispondiElimina
  39. **Anna Lisa: che son emozionata, grazie!
    **Lenia: sempre dolcissima, grazie davvero.
    **Libera: nel frattempo sei stata aggiornata anche
    sull'altra "magagnetta". Bacione.
    **Francesca: lo so, lo so, un pò pisquana sono.
    Ciao cara, è bello sentirti, un bacione.

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...