sabato 22 ottobre 2011

Lezione di francese...

Vergognosamente ammetto di non conoscere una sola parola di...qualunque lingua straniera.
Il mio inglese scolastico/universitario mi è stato rimosso, credo, con quella parziale lobotomia che mi fecero nel sonno, a mia insaputa, un paio di anni fa...
Scherzi a parte (mah?), smettendo di cantare le mie canzoni preferite, leggere i testi e...ah sì, anche studiare un pò l'inglese, il mio cervello credo abbia incistato la mia magra conoscenza in una bugnetta che è rimasta lì, persa tra tutta quella materia grigia, più o meno attiva.
Il Nulla...
In Farmacia, vengono molto spesso, soprattutto in primavera-estate ed anche in autunno,  parecchi stranieri.
Mediamente ad ondate, inglesi e francesi a maggio-giugno-ottobre, americani e tedeschi d'estate.
Noi Italiani, avremo tanti difetti, ma ad eccezione per qualche commerciante di Chiavari che si, proprio sì, se entri nel suo negozio, cazzarola, ma gli rompi proprio i marones, lo disturbi sempre sul più bello e te la fa pesare proprio tutta eh?, ci facciamo in quattro per aiutare gli stranieri.
Non capisci beatamente un fava, ma tra versi gutturali, gesti spesso imbarazzanti irripetibili, riesci a capirti.
Spesso da noi entrano stranieri di ogni sorta ed età che, democrticamente, vengono dirottati verso la Dott-signorinaSuper Monica che,  magari sta facendo tutt'altra cosa, magari in cima ad una scala a spostare tutte quellle belin di cremine od infilata nella vetrina incastrata tra una ciabatta del Dottor Schulz-Strunz, e tu  "Mò? Inglese...Mò? Tedesco!" E lei arriva.
....Che se la tira anche un pò, su, perchè dice di parlarlo "Just a little bit"...ma betterjuice de che? Che la mia prof del Liceo lo sapeva la metààà??
Comunque, nelle disgraziate volte che manca, i gesti, quelle tre parole che mi ricordo, sono sufficienti a risolvere.
Ma vogliamo parlare dei francesi? Loro sono fantastici perchè se ne fregano, punto.
Entrano :"Bonjour, parlez vous francais?"
E tu :"No."
"Bon, je vorrei des jueessse, ssrrrr, bon les psseuss, sjjssjeeurss..."
Ti ho detto che noooo???
Imperterriti perseverano...che poi, cazzi tuoi se non capisco non ti curo, vediamo di venirci incontro, no?
SuperMò dice di non sapere il francese, ma mente...semplicemente le stanno sulle balle e quindi risponde loro in inglese...io non so una cippa e quindi non rispondo proprio...
Ma lui...lui, il capo-dio, lui parla il francese...mmm.
L'altra mattina, all'alba delle 12,27 (si chiude alle 12,30!) entra la francese...che mi tocca.
"Buongiorno!"
"BonjouRRRR, parlez vous francais?"
"No."
Questa si avvicina all'espositore dei cerotti Compeed  :"Voudrai ..." e ti parte in questa frase incomprensibile tutta piena di erre moscie che ti colpiscono come biglie.
Monica abbassa le luci e mentre esce le dico :"Mò chiama un pò Giuseppe che io non capisco un cacchio qui!"
Lei esce e  dice a Giuseppe che era un pò fuori a ciarlare :"Guarda un pò Giuseppe che c'è una strz.. di francese e la Fra non capisce una m... a!" Lo so, è tanto cara, ma soprattutto, a volte non si rende conto che si sente quello che dice...anche quando starnutisce in fondo al magazzino...al mercato della frutta, circa 150 metri più in là,  le mele Golden hanno un brividino.
Comunque, non divaghiamo.
Entra Giuseppe ed io vado a cambiarmi nel nostro loculo.
Lei fa la richiesta....un cerotto per le vesciche.
Spiegazione di Giuseppe :"Tu prend les cerottes end prem tres bien les bord per un poc end los lasc pur quelques jours finchet non si stac da sol!"
Usciamo dalla Farma e ci guardiamo "Bè, così lo sapevo parlare anch'io, ne???!!!"  all'unisono.

Vi lasc con quest piat squisit di lapin avec oliv end pomodoRRen Piccadilly...

INGREDIENTS:

4 filet di lapin disossat tagliat a pezzot
10 pomodoRRen Piccadilly
1 spic d'agl inter, un scipollot fresh
Salv, RRosmaRRen, alloRRR tritat finement (e questa forse è giusta!)
Oliv neRR taggiasc quant plus v'aggrad
Sal & pep.
Una stissa de Cognac.

Fat RRosolaRR les pezzot fin a doRRatuRR, aggiunget  l'agl, lo scipollot tagliat a RRondellettes, la stissa di Cognac et sfumat. Salat et pepat  a plesiRR. Aggiunget les spess e rimescolatt tres bien.
Mettet le pomodoeRRen tagliat a metà  e proseguit avec la cottuRR
Quando les pezzot RRisulteRRan bel morbid, spegnet les feu.
...And Bon Appetit...
...Cazzarola che fatica...mi stanca troppo 'sto francese, riprenderò a studiar l'inglese!
Un  bacio a tutte e ricordatevi di fare un giro anche qui.


30 commenti:

  1. Sei proprio matta! Mi è venuta in mente la scena del film Bridget Jons...lei che cerca di comprare un test di gravidanza...Fantastica!
    ANch'io odio i francesi! Sono proprio str... Tre anni fa sono stata in vacanza dalle tue parti e ci allungammo a Mentone. Ora Mentone è azzeccatissima a Ventimiglia no? E allora se chiedevi: vous parle italienne? Loro rispondevano categoricamente NO! E che cavolo...un pochino pochino...dovreste parlarlo...se vi affacciate la vostra vicina è italiana! Vabbè...
    Ti abbraccio forte forte!

    RispondiElimina
  2. Sei proprio spassosa avrei voluto vederti!!! :-)
    qui a scuola il francese si iniziava a studiarlo in 3.a elementare, il tedesco alle medie. Essendo il nostro paese trilinque (anzi quadri con il romancio) noi del "sud" della svizzera ci ingegnamo a parlare le 3 lingue principali.
    I più arroganti da noi -almeno in base alle mie esperienze - sono stati però quelli della lingua di Goethe. Francesi davvero pochini pochini.
    Buono questo pauvre lapin dico pauvre perchê io il lapin lo tengo in casa vivo e non riuscirei a mangiarne neppure un orecchio :-)

    RispondiElimina
  3. Haha!!!Matta Tinny,grazie perche ci fai sempre ridere!Bonjour!!!

    RispondiElimina
  4. Tinny, il tuo blog, che ho appena scoperto, è davvero simpatico! Mi infilo qui, in un angolino tra i tuoi tanti follower!

    RispondiElimina
  5. Cara Tin, ma che colpa hanno questi poveri frrranscesi se non sanno l'italien? Un po' di sana ospitalità, s'il vu plè! E un poc di comprension! Anch per il tuo cap, che, son sicur, il fransé lo sa parlar tré bien ma sei tu che, non capend une beat fav, nu a descritt isì la scene! Capitt???
    Un bac e une petite pacc sur la tete.

    RispondiElimina
  6. Stupenda, semplicemente stupenda! Dico a te non alla situazione. Mannaggia alla distanza!!! Mi hai fatto morire da ridere! Il lapin te lo cop accussì mo' facc in una soir d'invern: :))))

    RispondiElimina
  7. Tres fort tres fort dott.ssa Tinnì!!!
    Sei un taglio :D

    RispondiElimina
  8. ahahah il tuo capo è il mio mito del giorno, mi ha ricordato totò e peppino a milano. vado a sbellicarmi dalle risate sul balcone così mi portano ing ita e mi regalano una camicia, dicono che è un pò scomodoa perchè si allaccia dietro ma è bellina, tutta bianca...ihih

    RispondiElimina
  9. Tinny sei uno spassoooo con te non ci si annoia proprio :))
    bacioni

    RispondiElimina
  10. Tinny,Tinny....che risate mi fai fare.Un post scritto così in francese (???)non l'avevo mai letto.
    E poi nel mio post mi scrivi: "Miii che balle" a proposito di chi sappiamo bene noi due....e lì altre risate.Sei un vero spasso!!!!
    Un abbraccio per la tua simpatia.

    RispondiElimina
  11. Tinny,mitic,compliment por tu piatt molt gustos.
    Un abbraccio e bonne serat.
    Ciao,Fausta

    RispondiElimina
  12. Ragazza mia sei uno spasso! Un abbraccio

    RispondiElimina
  13. Je muà parlè francèè tres bien! Ils o les(?) studiè Istituto Grenoble, pour moult ann!
    Veng a lavorà da toi?
    No mangè el lapin, ma la tua ricettè mi piace assai, no questo è napoletano, mi piace molto!
    Tinny che post divertente!!!
    Bacioni!

    RispondiElimina
  14. Oh mamma che ridere!!!! :-D
    Ciao Tinny, grazie per la visita al blog! Fausta me lo aveva detto che ti avrebbe suggerito la ricetta! Non ero mai passata di qui..simpaticissima!! :-D
    Ci rincontreremo presto, alor!!!! ;-)

    RispondiElimina
  15. Tinny, sai che c'è una mostra a Roma dedicata alla Fausta????!!!!!
    http://www.tg1.rai.it/dl/tg1/2010/articoli/ContentItem-47cf7c81-688c-47bb-b114-4d1295a477a1.html
    Ahahahahah

    RispondiElimina
  16. me so pisciat sott di li risat!! MITIQUE!! bisous bisous :XX

    RispondiElimina
  17. Marcella: ciao carissima, grazie, come stai?? Non so perchè son così, ma, veramente, non ho mai trovato un cliente che facesse fatica di parlare un'altra lingua.

    Love: grazie! Tutta la mia invidia. Più son piccoli, più i bambini sono recettivi ed assorbono tutto come una spugna.

    Lenia: grazie, un abbraccio.

    Twinky: grazie, piacere di conoscerti!

    Fausta: allor, je capisc perfettament les frences ed il mio cap nun parl per nient bien, je chiarr?? Et poi, sciamescuse, ma com se permett di darm una pac sur le tete?? Ao, son 'na signor...mois.

    RispondiElimina
  18. Ciccia: ciao carissima, grazie. Lu lapin cucinat cossì è verament tres buon! Un bacioneee.

    Anna Lisa: grazie, un abbraccio.

    Stefania: se vuoi qualche modello all'ultima moda io ne ho parecchie di quelle camicie!! Un abbraccio.

    Francesca: ciaooo, bentornata e grazie! Un bacione.

    Mariabianca: ahahah, scusa,ma il miii che balle mi è uscito proprio dal cuore! Un bacione.

    Fausta: merci, altrettant!

    Meris: grazie, di cuore. Un abbraccio.

    Giovanna: ui, merci, ma prim tu dev far l'esam des frances avec le mio cap che lo parl tres bien!! Grazie, un bacione.

    Luana: grazie e complimenti per il blog. Ci incontrerem tres prest!

    Meris2: eh sì, ho sentito il servizio, era su Medicina e Salute...bacio.

    Soniuz: ciao cara! Questo post è un pò dedicato a te...baciniii.

    RispondiElimina
  19. Well, it looks nam-nam or niam-niam or yammy-yammy, as you like!

    RispondiElimina
  20. Sei davvero mitica....e le piatt de lapin ...squisit!!!! smack!

    RispondiElimina
  21. Je sapev que con tout sta poigg che scend a Rom si passev ici de toi je me facev na grand risat. basciuz en francais.

    RispondiElimina
  22. Hihihi il mio inglese si ferma a “du gust in mej che uan” ^__^
    Ovvero quello bello maccheronico, da ridere. Pensa che in viaggio di nozze (in Egitto) il G (dove G, maiuscolo, sta proprio per gigante e se avremo il piacere di conoscerci capirai anche il perché) doveva tradurre per me tutto… anche in un momento di ira funesta, mia, contro un doganiere, strunz, che aveva scambiato il mio tè per… altra erba o.O’’
    Io ad urlare in siculo-italiundo e il G a tradurre, saltando gli improperi, sperando di non farmi arrestare per assalto (al collo) di Egiziano odioso… e ladro, dato che ciò che sequestrava finiva nella sua saccoccia!

    p.s. oh gran mader the my mader, thisss piat iss è veri gudd (o mò so fatti tuoi, io il commento al piatto lo lascio in inglese ^____^ )

    RispondiElimina
  23. Tu est vraiment drole :-P

    mais le lapin est tres bon

    RispondiElimina
  24. no ma com'è che non ti avevo mai scovata prima??? sono morta dal ridere e il mio collega qua a fianco mi chiede preoccupato se va tutto bene... quasi quasi gli faccio leggere il post, và, oggi sono buona.
    il lapen je ne le mange pas, però ta recett en français la stamp e la incornicio pure!
    à la prochaine!

    RispondiElimina
  25. Arrivo sempre ultima a dire tutte le cose già dette da altri.... ma non posso fare a meno di dire anch'io che sei la simpatia fatta persona, et que je dois lire plus souvent ce que tu écris car tu me fais toujour rire et sourire!!!
    Un abbraccio molto sorridente!

    RispondiElimina
  26. Maria: thanks!

    Elena: mercimerci...!! Grazie, un abbraccio.

    Monica: la pros volt che piov fac un pas e te port le lapin. Baciot!

    GTiziana: scusa, ma io so pure l'inglese, sai com'è. tanchiu so mach. i hope di incontrar you de next volt che come to Palerm! Chiss.

    La Gaia: merci...il coniglio è venuto buono sul serio!

    Cristina: grazie, piacere mio!

    Anna: sempre un piacere strapparti un sorriso. Un abbraccio.

    RispondiElimina
  27. Tinny, grazie grazie per il commento che mi hai lasciato sul mio post degli strozza....preti. Credo di avere suscitato un vespaio.
    Comunque tu con le tue battute mi hai un pò contagiata. Vai a vedere dalla Maria, nei commenti....Uhhh che ridere

    RispondiElimina
  28. è vero che mi so fatta una sana risata! ma tu non hai considerato quanto sia drammaticamente vero il comportamento dei francesi in questioni!! gli altri turisti almeno cercano di avvicinarsi alla nostra gestualità...loro no, se possono tenere fermi tutti i muscoli e parlare in modo che non capisci un cappero so ancora più contenti! io il cerotto non glielo davo! :D Bellissino il lapin!!!!!

    RispondiElimina
  29. Sempre simpatica e divertente,non so se siano meglio le tue ricette o i tuoi racconti :)

    RispondiElimina
  30. E meno male che hai messo il link a questo post che mi ero persa!!! Spassosissima e le lapin est merveilleux!!!!
    Baci

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...