domenica 18 dicembre 2011

Areare il locale...

L'Arte dell'Arrangiarsi...che fantastica cosa.
Non tutti sono capaci, ma si fa quel che si può, no?
Dovete sapere che quando lavori con un genio, la vita è dura, parecchio perchè non puoi competere con un genio, proprio no.
E allora che fai? Cerchi di arrangiarti, appunto.
Se pensi che un prodotto messo lì non vada bene o che sia l'ora di levare un espositore perchè mezzo vuoto o sminchiato dalle putrelle dei passeggini, carrozzini, carrellini, che fai?
"Giuseppe? Quell'espositore è da un pò che è lì...potremmo metterci quello là..."
Lui, aggrottando la fronte e fissando l'espositore in questione, ti dice:"Ah si, bella idea"? Noo, ti dice "Ci stavo pensando!"...
E' questa l'arte dell'arrangiarsi, care mie.
Fine arte psicologica, controllo della mente.
Pensi che sia l'ora di levare i solari perchè piove da venti giorni, fa freddo, è autunno?
Lanci l'esca e lui "Ci stavo pensando..."
Voilat!
Ma, purtroppo, non riesci a controllare il tutto. La sua cervella è troppo misteriosa ed impenetrabile che non ce la fai no.
Essendo un genio del marketing, ma del suo marketing (perchè non è ancora chiaro dove possa averle prese certe nozioni), noi siamo l'unico locale a tenere la porta aperta nei mesi più caldi dell'anno.
Deumidificatore (non aria condizionata) che agonizza, caldo fotonico e porta spalancata...perchè?
Perchè, secondo gli studi (sempre solo i suoi!), si è invogliati ad entrare di più in un locale se la porta è aperta e non chiusa...okkei, magari in un negozio "normale", ma in una farmacia?
Tu passi vedi una farmacia con la porta aperta ed improvvisamente ti fermi e pensi "Tò, mi è venuta giusto voglia di una tisana lassativa!" e non "Che strano, con questo caldo, forse si è rotta la porta!".
Perciò, noi siamo gli unici in tutto il Caruggio ad avere la porta aperta mentre tutti, proprio tutti i negozi del Centro se ne stanno belli chiusi, blindati  al fresco dei loro begli  impiantuzzi di condizionamento.
Provi a chiudere la porta e zac, la riapre...
Ovviamente, poi, più gente entra, più la temperatura sale...ed in una farmacia non è che ti entrano tre persone in una giornata perchè vendi borsette firmate di pelle umana da 5000 euro l'una, no?
Uno dei nostri clienti-clienti come li chiamo io perchè viene sempre, tanto da instaurare un rapporto che va oltre al tiservotiringrazioetisaluto, accasciandosi sul bancone, madido di sudore, esclamò:"Ma come cazzzzo fate a stare qui dentro tutto il giorno col camice, ci saranno 20000 gradi, non potete accendere l'aria e chiudere la portaaaa???".
Eheheheh, bravo lui, fa tutto così semplice...ma il marketing dove lo lasciamo???
D'Inverno, l'esatto contrario: il Gelo.
Il Gelo perchè i superprogettisti che rifecero la farmacia, non considerarono più di tanto il riscaldamento, forse a causa di quei faretti "merdavigliosi" che ci cuocciono le cervella d'Estate, ma non è che d'Inverno scaldino...che forse non lo sapevano? C'è un vecchio calorifero superstite in laboratorio che, poverino ha tutta la nostra stima ed affetto.
Mah...
Comunque, quest'anno il tempo è stato clemente, il freddo è ancora lontano, ma abbiamo avuto delle giornatine freddine.
Ovviamente l'impianto di riscaldamento è in coma farmacologico, risvegliarlo giammai!
E allora tu che fai?
Se gli chiedessi di accendere perchè ti si congela la punta del naso e non riesci a staccar le fustelle da tanto hai le ditina gelate, lui, per principio ti direbbe di no...
Fine arte psicologica appunto: gli fai prendere freddo.
Come?
Quando fa la notte.
Cioè?
Durante il pomeriggio, quando lui non c'è, apri tutto.
Tutto, qualunque porta, finestra, fai corrente, sventoli i cartelloni, spalanchi la finestra del bagno, accendi anche un attimo il condizionatore quei dieci minuti prima che lui arrivi,  in modo che, durante la notte, ci secchi dal freddo.
Ovviamente tu vieni a lavorare un ciccinino più coperta in modo che, durante questa operazione, non prendi una broncopolmonite, ma lui verrà a lavorare col suo giubbottino firmato e, nella sacca, avrà il suo pigiamino leggero col lenzuolino perchè non fa ancora freddo, no no...
State pur certe che, il giorno dopo, il riscaldamento, miracolosamente, si risveglierà dal coma, in silenzio, senza troppo favellar...così, come per magia.

Vi lascio con queste frittelline rivisitate.
Per l'impasto la ricetta la trovate qui.
Ho provato aggiungendo la mozzarella ed il prosciutto, sperando non si disintegrassero durante la frittura...non "disintegrossi"!!
Alla prossima...


41 commenti:

  1. Mi sa che abbiamo avuto un architetto in comune, o i nostri capi (mio ex capo per fortuna) han fatto la stessa scuola.
    Mutandoni in inverno mi mettevo, e non bastavano. Battevo i denti, e mi diceva: vestiti meglio! Almeno tu, se ti pigli la cistite, hai già sottomano il necessario per curarti.. continuando a prender freddo!
    Come ti capisco cara, l'ho fatta ben 2 volte per il freddo preso per lo stesso motivo!!!!

    Golose le frittelle, belle croccanti e con ripieno a sorpresa!!

    RispondiElimina
  2. ma non e che e parente della mia principale? lei la stessa cosa porte spalancate in pieno inverno e riscaldamento spendo,e il bello che noi vendiamo il gelato,sfido chiunque a sedersi a mangiarlo!!!! sei tremenda mi hai fatto morire dal ridere la tisana lassativa e fantastica!!
    Le frittelle sono da sbavo!!
    Bacioni buon inizio settimana

    RispondiElimina
  3. un morso di queste frittelline fa dimenticare tutto!!!

    RispondiElimina
  4. Astuta la ragassa!!!!
    E stupende le frittelline!!!
    Aspetto (con ansia) di vedere cosa ci propinerete domani...Baci

    RispondiElimina
  5. Tinny superTinny, ho iniziato a ridere alla seconda riga e ora sono per terra..!
    però le frittelline sono golose accipicchiolo, bisogna che le faccia ai miei figli, mangerebbero senza lagnare, una volta tanto ;)

    RispondiElimina
  6. che bontà quelle frittelle!

    sulla tua fine arte psicologica un unico commento: TU sei un genio... il tuo capo... lasciamo perdere che non è fine :-)

    RispondiElimina
  7. Psicologia, ci vuole psicologia, tu si che sei magica, ma però che fatica non dire subito quello che si pensa, io sono un disastro,e se non lo dico è peggio..perchè ho delle espressioni troppo eloquenti... quindi meglio esprimersi, magari cercando di essere diplomatica..eh, eh!
    Ottime le tue frittelline ripiene...un bacio e buona settimana, domani, anzi oggi è lunedì!!!

    RispondiElimina
  8. Noooooooooo, tu roba fritta? Certo che sentire il freddo freddo ti fa fare strane cose! :)))Lo scrivo sul calendario!
    Continua così, fai le cose che vuole lui in modo da ottenere sempre ciò che vuoi! Non è che lo fai pure con me a mia insaputa, vero? Un bacio ciccia

    RispondiElimina
  9. non disintegrossi....fanastico amo la frittura e per qunto non posso affondarci i dentuzzi, secondo il linguaggio Tiiniade, me lo concedo di rado ma beata! questa è per me una visione di beatitudine. Anche la tua amica Soniuz non fa altro che postarmi supplì crocchette, arancini...ma insomma! un pò di pietas...baci quindi che fate per info in questi giorni gelidi sempre la porta aperta tenete?!

    RispondiElimina
  10. ha ha ha !!! ne conosco più di un paio di merdavigliose persone così ed un prìo!! (fattelo spiegare dalla Faustidda che vor dì, ché di dialetto se ne intende)!! che devi fare tesoro? i cervelli superiori hanno un modo molto imperscrutabile di ragionare che noi omuncoli non possiamo afferrare! belle le frittele! e si che tu te le puoi permettere con tuo physique du rôle! baciuzzi :XX

    RispondiElimina
  11. ah...voilà non voilat....plissss!!
    Monica ti ho sentita sai!!

    RispondiElimina
  12. Stasera proverò la tua ricetta però con la farina di grano tenero perchè oggi devo cominciare a reintegrarla poi ti dirò com'è venuta.

    RispondiElimina
  13. Dani: eggià, di geniacci ce n'è ovunque purtroppo.
    Io mediamente vado di superraffreddori da non riuscire nemmeno a respirare, la cistite mi manca, fortunatamente perchè è tremenda. Un bacione, buonasetti.

    Francesca: appunto, mi chiedo quando si romperà lo stampo sforna imbecilli. Grazie carissima, anche a te, un bacione.

    Contro: grazie davvero. Buona settimana.

    Carla: grazie, ci si ingegna per sopravvivere! Tra poco lo vedrai. Un bacione.

    Cinzia: grazie carissima! Le frittelline sono molto buone, la versione con lo stracchino soltanto, la preferisco. Un abbraccio.

    RispondiElimina
  14. La Gaia: troppo buona, grazie...per il mio capo...!!! Un abbraccio, buona setti.

    Elena: non sono troppo psicologa, purtroppo. Mediamente anche quando provo a contare fino a dieci, comunque, dico la stessa cosa che pensavo all'uno ed in quanto ad espressioni eloquenti...meglio non parlarne! Un bacione e grazie!

    Ciccia: le frittelline, le patatine, le balle di pesce, la polenta fritta...devo continuare?? Sono le mie fritture preferite! Non sono tanto brava a far fare agli altri quello che vorrei, tranquilla. Un megabacioneeeee!!!

    Monica: non è umanamente possibile paragonarmi alla Soniuzz! Le porte son chiuse, è arrivato il freddoooo!! Un bacione.

    Soniuzz: EHHHHHH????...Le mie cervella non riescono proprio a capire le idee eccelse di queste menti, hai ragione...ha ragione anche la Monica, smettila! Un bacione carissima.

    Carmen: in bocca al lupo per il reintegro, fammi sapere si, un abbraccio.

    RispondiElimina
  15. più che "la fine arte dell'arrangiarsi" io la chiamerei "la fine arte della manipolazione"...
    ma questo brav'uomo lo sa in che mani perfide è capitato? Eppoi, che ce ne può se gli vengono sempre in mente le stesse idee che gli avete esposto voi qualche secondo prima? Caso mai si potrebbe solo dire che è un pochino ritardatario... o magari ritardato, fa un po' te. Dunque, poiché mi sembra che con te le cose funzionino così, ti posso dire che:
    "... uhmmm, no... queste frittelline... beh... sono un po' così così... e comunque stavo proprio pensando di farle io!!! Che, mi leggi nel cervello???"
    Quanto al marketing, fiòla cara, l'è una gran brutta bestia esattamente come le statistiche, alle quali sembra che il tuo san Giuseppe tenga tanto, per le quali se io mangio due polli e tu zero ne abbiamo mangiato uno a testa. Il tuo com'era? Con la pancia piena ti saluto... besos

    RispondiElimina
  16. Che buone queste fritteline!Un bacione!

    RispondiElimina
  17. La porta aperta in farmacia... mi ha fatto ridere. :)
    Mi stuzzicano le tue frittelle anche per la presenza del vino nell'impasto.

    RispondiElimina
  18. tinny, fine pissicologa, aiutami tu, so che sarai la mia salvezza!!! il mio capo fuma il toscano in ufficio (essì, infischiandosene bellamente di qualsiasi regola e legge), lo fuma "a catena" e io non so più cosa fare! mi è venuta la tosse e appena arrivo a casa devo appendere tutti i vestiti fuori per fargli perdere l'odore...
    per esempio potrei preparagli queste meravigliose frittelle, ma con un po' di cicuta dentro???
    ;)

    RispondiElimina
  19. Olá... Vim te conhecer e estou seguindo seu blog. Espero que venha me conhecer e goste de mim e siga meu blog também.
    Te espero com alegria.
    Aus da amiga do Brasil...

    KIPPY

    RispondiElimina
  20. mi prendo, in ritardo, una tua frittellina e me la mangio alla faccia del tuo capo!!

    RispondiElimina
  21. Faustidda: il mio pollo era molto buono, grazie...
    Le MIE frittelline sono molto buone e tanto lo so che parli per invidia...ed anche perchè ti girano un pò le balle perchè questa domenica ho preso la dose doppia di farmaci ed ho resistito a scopiazzarti...

    Lenia: sei sempre carina, grazie.

    RispondiElimina
  22. Fr@: finchè si ride...grazie, un abbraccio!

    Cristina b: caspita, contro un fumatore lè dura...vada per la cicuta! Un abbraccio.

    Kippy: ciao, grazie! Piacere di conoscerti.

    Stefania: e fai bene! Alla facciazza di tutti i capi menabelino! Un abbraccioneee.

    RispondiElimina
  23. incredibile! :-)

    buona giornata e visto che ci sto inizio a mandarti i miei auguri per un Natale di serenità ed armonia

    RispondiElimina
  24. Che belle!!!!!!!E poi non " disintegrossi"!!!!!!Ahahahahahahah!!!!!!
    Tinnuzza cara la sai l'ultima? Ieri compro la chiavetta perchè non ce la facevo a vivere senza di voi.......ed oggi mi sistemano il telefono!!!! 50 euro persi!!!!Porca vacca!!!!!
    Buon Natale a te cara amica.

    RispondiElimina
  25. Tu sei un genio del male cara la mia Tinny :-D

    Passa qua una frittelina va che oggi ho pranzato con un panino orrendo :-( meno male che mi hai fatto ridere un pò!!

    RispondiElimina
  26. Vale: grazie mille anche a voi tutti, un bacione.

    Mariabianca: sfiga plurima, ma ti stupisci?? Un bacione cara!

    Mariangela: proprio genio no...! Mi dispiace per il tuo pranzo, te la passo volentieri!! Un abbraccio.

    RispondiElimina
  27. Mariabianca che esclama Porca Vacca?????? Non ci posso credere! Tinny è per caso colpa tua? Cosa le hai fatto? Ottima ricettina, te la copio presto. Bacioni

    RispondiElimina
  28. Le frittelle sono deliziose, ma il post è strepitoso. Ero piegata in due dal ridere. Ma quando hai scritto quanto la porta aperta invogli ad entrare in farmacia, sei stata geniale.
    Certo che è una fortuna lavorare con una mente eccelsa come il tuo capo!
    Un bacione

    RispondiElimina
  29. Tinny io lo so perchnè la tua cucina non è invasa da un bel berettino di niente. Ma c'è la Faustidda che fa tutto!!!!!

    RispondiElimina
  30. Giovanna: grazie cara...oggi freddo porco!

    Meris: ma dai...e com'è che a me non offre mai un bel berettino di nienteee???!!!

    RispondiElimina
  31. Sei troppo forte, se passi da Roma fammi un fischio...hai il pranzo assicurato a casa mia...chi riesce a strappare un sorriso è magico...per il momento colgo l'occasione per augurarti Buone Feste! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  32. ... 'cavolo è sto berettino???
    Meris: la Tinny, in cucina sa il fatto suo! Davvero! Soprattutto quando mi scopiazza... ah aha ha
    NO, scherzavo!!!
    Tinny: in effetti lo ammetto, parlo un po' per invidia. Un baciuz

    RispondiElimina
  33. Carissima, un abbraccione forte forte e tanti tanti auguri anche a te!

    RispondiElimina
  34. Non te l'avevo detto che mi chiamano "santaMaria " perchè sono altruista? Me ne ero dimenticata!!!!
    Ahahahahahahah....ogni tua frase mi fa ridere e mi rende allegra. Sei un amore di donna,un abbraccio.

    RispondiElimina
  35. grazie per essere passata a trovarmi, e magari mi ripeterò, ma ti mando tanti cari auguri di Buon Natale.

    RispondiElimina
  36. Mariabianca: esatto, Santa Maria! Ce l'avevo sulla punta della lingua! Un bacione.

    Dany: è sempre un piacere venire a trovarti. Tantissimi auguri anche a te, un abbraccio.

    RispondiElimina
  37. carissima i tuoi post sono sempre fantastici, mi scatenano l'ilarità, ognuno ha i suoi "capi" con tutti i pregi (non molti) e i difetti (tanti) il mio capo è riuscito ad accapparrarsi un bagno tutto per lui ( ne abbiamo 2) non tira mai l'acqua, ci entra e ci esce 100 volte al giorno, spesso ci va anche a telefonare.... non ho parole, non è che lo curo ma il suo ufficio è di fronte al mio e il "suo" bagno è di fianco, anche a non volere te ne accorgi. Sono pazzi... forse!

    RispondiElimina
  38. Ciao Tinny!!
    Tantissimi auguri di buon Natale!!!!
    Un abbraccio forte forte :-)

    RispondiElimina
  39. I miei più sentiti auguri di buon Natale e felice anno nuovo a te e ai tuoi cari! Carmen

    RispondiElimina
  40. Buone Feste Tinny, anche da Perla, ciao.

    RispondiElimina
  41. Davvero golose queste frittelle ...
    Caspita quanto scrivi però!!!!! ;)

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...