domenica 11 dicembre 2011

ERRATA "COCCIGE".

E rieccoci con la nostra rubrica della domenica “Scopiazzando la Fausta”.
Amò, starete pensando…ehggià, ma sarà questo strano pseudo autunno, queste temperature che nutrono “virini” di influenze varie che, credendo di vivere in una capsula petri per le ottime condizioni di umidità, si moltiplicano a dismisura mietendo migliaia di vittime con megaraffreddori, supersguaragnaus ed altro…stavo dicendo??
Ahssì, che mi sembra di sentirmi un po’ meglio.
Che forse “La Sindrome della Faustidda” stia regredendo spontaneamente?
Un fantomatico miracolo della medicina??
Non so.
La verità è che più questa benedetta ragazza evolve (tipo i serial killer, avete presente?), più la Tinnidda non è, per ovvie incapacità,  in grado di scopiazzarla!
Elementare, no?
E’ per questo che guarisci…o muori??...czzzz a questo non avevo pensato.
OMMMMIODDDIO…a questo non avevo pensato, proprio nooo!!!
E’ come una maledizione di quei film di quindicesimo ordine del terrore???
Se smetto di copiarla, SEMBRA che mi senta meglio, ma, in realtà, mi sto consumando dentroooo???!!!
E allora dovete aiutarmi e farle capire che se posta questo alberello, la Francy non ce la può fare e che l’avrà sulla coscienza, sisi.
Tutto questo delirar per dire che devo fare un’Errata “Coccige” (perché, ho studiato e si dice proprio così, scusatemi).
La Faustidda mi commentò i miei canestreddi quasi commossa per una tal devozione, ma si riprese subito, molto subito, tranquillizzo il pubblico a casa.
Ve la ricordate la mitica Signorina Rottermeier?...ecco.
Stralcio di conversazione.
“Oh sei stata proprio carina ciccia, sono buoni vero?”
“Buonissimi, guarda un delirio, fai fatica a smettere di mangiarli.”
“Lo so, prova a fare quelli alla nocciola, vedrai, sono ancora più buoni!”
“Ma sono questi quelli alla nocciola…”
“…Ma quelli lì non sono mica canestreddi…ora che ci penso, neanche li ho postati i canestrelli…!!”
“Ma pensa che a me sembravano canestrelli, ma lo sai che io sono quella che mette il quadrato nel cerchio e si stupisce se non entra!”
“Ma quelli NON sono canestrelli ciccia, NON hanno neanche il buco!! E poi, la ricetta dei canestrelli è SENZA nocciole!! Farina, burro uova, SENZA nocciole!!! E poi i miei ti sembrano fatti a canestrello? Sono a stella, i canestrelli sono a forma di fiore, non a stella!!”
…Ed io che mi sentivo tanto “geggnniaccia” per lo spirito d’inventiva del rotolino degli “stronzini” come fabuco.
Quindi, correggo, chiedendo scusa a tutte le persone che ho involontariamente ingannato…non sono canestrelli, i suoi…i miei si, però.
Riprendendo il filo (del rasoio perché potrei tagliarmi le vene, ormai), oggi ho fatto questa crostata.





INGREDIENTI:

Per l'impasto
250g farina BiAglut
125g burro
90g zucchero
1 albume

Per il ripieno:
2 pere Williams
1 mela Golden
3 amaretti del Sassello come da Prontuario
Una manciatina di mandorlidde ed una di pinoliddi
2 cucchiai di zucchero
Succo di un limone
Una manciata di gocce di cioccolato da Prontuario.


Preparate la frolla lavorando in una ciotola la farina, il burro, l’albume e lo zucchero.
Fate una bella palla e lasciatela riposare.
In un mortaietto ho tritato le mandorlidde ed i pinoliddi, picchiettando e facendoli saltare un po’ qui ed un po’ lì, ma la maggior parte rimane ferma e tranquilla.
Sbucciate e tagliate a dadiddi le pere, irroratele col succo del limone, i due cucchiai di zucchero, rimescolate bene e mettetele in un padellino con una nocina di burro.
Fate andare coprendo finchè non saranno belle morbide, aggiungeteci la mela sbucciata e tagliata e le mandorline ed i pinolini superstiti.
Fate restringere il sughetto e spegnete.
Stendete la frolla e mettetela in un tegame per crostate…sarebbe bello averlo, no?
Bucherellate il fondo con una forchettidda e metteteci gli amaretti sbriciolati e le gocce.
Versateci il composto raffreddato e terminate la crostata con le varie strisce e striscioline che tanto ti si rompono sempre e fai una fatica bestia.
Oh.
Infornate a 180 gradi per 30 minuti circa, finchè non sarà bella dorata.
POI, aggiungo che NON ho messo la marmellata di albicocche nei buchi dopo 15 minuti di cottura, NON perché non l’avessi, ma perché NON CE NE AVEVO VOGLIAAAA!!!
Eppoi, il consiglio dello chef: non tergiversate raccontandovi belinate con vostro marito tenendo la crostata sospesa  mentre state per rovesciarla nel piatto, perché avendo un ripieno un ciccinino più pesante, SI ROMPEEE!!!

...ed ecco il risultato!!!

Ho terminato.
Si, si, mi sembra proprio di sentirmi mooolto meglio........

32 commenti:

  1. Come si fa a copiare l'albero della Faustidda? Impresa quasi impossibile!!!!
    Devo dire che la tua crostata è appetibile e se ti fanno impazzire le strisce sopra fai come me: una bella serie di palline di pasta ed il gioco è fatto.
    Ciao Tinny cara,un abbraccio.

    RispondiElimina
  2. Ahahahahah! Il post è come sempre bellissimo e divertente e la crostata (prima di farla cadere!!!) è una meraviglia!!! Anch'io come Mariabianca opto per decori vari (cuori, fiori, stelle, palline ecc.) perché le striscioline mi vengono sempre storte...
    Bacioni

    RispondiElimina
  3. ohhh!ma che meraviglia, scassata e tutto sembra più che buona!

    RispondiElimina
  4. Maddai, ragazze e non potevate dirmelo primaaa??...Striscioline bastarde...

    Cannella: grazie! Troppo divertente il vostro blog!

    RispondiElimina
  5. ciao bella Tinny sì l'alberello della Faustidda è "troppo". La crostata che hai fatto è una bella impresa con la farina che non addensa vero? ma l'aspetto è di quelli che tirano a mangiarla, a qualsiasi ora. un bacio tesorina

    RispondiElimina
  6. Tinny sei simpaticissima! E la tua crostata molto invitante!
    Un bacione e buona settimana

    RispondiElimina
  7. questa torta me la mangerei tutta intera, vedere il ripieno che strabocca morbido e dolce mi ha indotto un'iper-salivazione che mi domando come arresterò!
    una fetta, a me una fetta!

    RispondiElimina
  8. Sull'alberello proprio non mi pronuncio ...è meglio!
    Però se lo assaggiassi si potrebbe provare a commentare, che ne dici?
    La tua torta deve essere proprio buona con gli amaretti, il cioccolato e la frutta secca... meglio di così!
    Le strisce noto che hanno tutte la stessa dimensione, sono perfette,( hai usato il righello,vero?), se poi nel disporle si sono un po' storte..e va be'... sono fatte a mano è questo il bello!!!! baci

    RispondiElimina
  9. Mi fai morire da ridere, sempre, ciccina :)))
    Se non ci fossi tu...sarebbe tutto più difficile.
    Hai visto che cosa hai combinato per la chiacchera che hai? Tanto io l'avrei mangiata anche sbattuta al muro. Buonissima. Braverrima sei!

    RispondiElimina
  10. Monica: grazie cara. L'alberello è un'opera d'arte, ma non diciamoglielo che poi si dà delle arie!

    Giovanna: grazie di cuore. E' buona, soprattutto quando è bella raffreddata.

    La Gaia: sempre grazie, davvero. Un abbraccio.

    Elena: le strisce sono state fatte al centimetro-millimetro col righello, assolutamente! Si sono stortate per colpa del forno...ovvio no? Un bacione.

    Ciccia: sei sempre troppo buona con me, lo sai vero? Hai ragione sulla chiacchiera...eheheh, tu invece sei sempre così silenziosa...baciniiii!!!

    RispondiElimina
  11. Quanto è appetitosa!!! E quel ripieno mi fa venire acquolina in bocca....Sai per ora non posso mangiare la farina,l'uovo,lo zucchero bianco...Come faccio?

    RispondiElimina
  12. Carmen: urca, mi dispiace! Ti rifarai quando inizierai a reinserire questi alimenti. Un saluto.

    RispondiElimina
  13. e io che pensavo che quella più grossa era la fetta per me... baciotti al gusto di enterog..... e rifac..

    RispondiElimina
  14. .. embé che dire? Questa Faustidda (ma chi è???) se non ci fosse bisognerebbe inventarla. Sì, vabbé sempre un po' pignoletta, un po' "so tutto io", un ciccino supponente se vogliamo, però se tu attiri tutta la blogosfera mondiale, che dico, universale, con un titolo che promette i veri canestrelli e poi le dai dei biscotti alle nocciole che, seppur ottimi, dei canestrelli hanno solo la forma, tanto simpatica non sei neh? Ora sarai responsabile delle migliaia di foddbloggers che sulla tua scia pubblicheranno la ricetta dei veri (finti) canestrelli! Una bella responsabilità, quasi paragonabile alla vendita di un farmaco sbagliato.
    Quanto alla tortina... secondo me mentre la sfornavi stavi proprio pensando di spatasciarla in faccia a qualcuno... no, non al Ciccio!
    Bye

    RispondiElimina
  15. Buoona la crostata con le mele e pere! E se si rompe amen, è buona lo stesso (lo diceva sempre mia mamma)!!

    RispondiElimina
  16. senti, io il torrone lo odio (duro o morbido che sia) mentre le crostate le adoro in ogni loro forma, dimensione e contenuto... quindi per me è tinny:faustidda-1:0!! ;)
    superbaci

    RispondiElimina
  17. LoveforFood: prego, figurati!

    Stefania: ma è tua si...mmi dispiace, c'è pieno di questa influenzabastarda, bombardati di fermenti lattici, la enterog è leggera leggera, un bacione.

    Faustidda: tralasciando le ovvie banalità che potrei scriverti in risposta al se non ci fosse bisognerebbe inventarla...ma chi?, vabbè, io non ho alcuna responsabilità! Se i tuoi biscotti alla nocciola son fatti belli uguali ai canestrelli, è troppo comodo poi affermare che non lo sono...il tutto, palesemente, per distruggere la fama mondiale della sottoscritta per una malcelata invidia e, sottosotto, cattiveria! Sono più brava io, è evidente ai più, è inutile che ti ostini a far pacchettini, nastrini, panettoncini, alberelli...triangolini pseudoindiani che tanto nessuno apprezza, e smettila!...riBye.

    Dany: è buona davvero, soprattutto per il tocco amarognolo degli amaretti...se si chiamano così, che mitiga un pò il dolce delle pere. Un abbraccio.

    Cristina b.: ohhhhhhh, meno male una persona col buonsenso! Grazieeee!!! Un abbraccio.

    RispondiElimina
  18. Bravissima! La tua ricetta è validissima e la sua realizzazione sembra ottima. Un bacione e a presto

    RispondiElimina
  19. Senti, ma Faustidda e Tinidda sono due personaggi della "Cavalleria Rusticana"...hai presente "Hanno ammazzato compare Turiddo..."..si insomma, quella!
    La tua crostata mi fa lo stesso effetto che farebbe una donna nuda stupenda ad un allupato senza speranza. Mi ci fionderei sopra con conseguenze inimmagnabili. E non te la prendere per i canestrelli (psss, te lo dico nell'orecchio, ma lei è passata anche da me e mi ha brontolato bene bene....). Un bacio meraviglia di donna! Pat

    RispondiElimina
  20. tesoro, ma hai notato che da quando cazzeggi ed è venuta fuori la vera "te" hai un seguito da paura?? la gente è attratta dagli alienati....forse... :DDD
    meno male che hai corretto il coccige perchè io avrei fatto una belin figurina con le tue inesattezze! detto questo: la crostatidda te l'ha fotografato il cicciddru vero? troppo belle le foto e la crostata è delle più maialose! brava tesoro! baciddri! :X

    RispondiElimina
  21. Sei unicaaaa!! la crostata è una delizia infinita anche rotta,le crostate le ho sempre odiate per questo sempre l'incubo romperle ho risolto con le teglie che hanno il fondo estraibile non mi fregano piu!
    Bacioni

    RispondiElimina
  22. La creatività: grazie, anche a te.

    Patty: ciao carissima, grazie mille. La crostatidda è molto buona. Ho visto la lezioncina...che dire, è fatta così...ce la teniamo??...Un bacione!

    SoniuzzaBedda: il cazzeggio ripaga sempre...! Grazie tesora! La foto del mortaio (che mi piace tantissimo) è mia, le altre del Ciccio. Un bacionone.

    Francesca: grazie carissima!!! allora, lo stampo col sedere estraibile me lo sono troppo preso oggi!!! Un bacione.

    RispondiElimina
  23. Non dire che ti è venuta male! E' semplicemente meravigliosa. Io me la mangerei all'istante. Brava Tinny. Ora sono un pò preoccupata per quando copierai il panettone....

    RispondiElimina
  24. Io adoro le crostate :)
    Gio'
    http://remenberphoto.blogspot.com/

    RispondiElimina
  25. Anche rotta la tua crostata e molto invitante!Un bacio!

    RispondiElimina
  26. Meris: troppobuona cara. Il panettone non lo copierò mai, non ce la posso fare! Un bacione.

    Dual: anche a me piacciono molto. Grazie della visita!

    Lenia: sempre gentilissima cara, un abbraccio.

    RispondiElimina
  27. Scopiazzando, scopiazzando ti vengono fuori delle ricette perfette, quindi? Scoppiazza ancora per favore!!! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  28. Tinnydda Turidda eqquanto la fai lunga!
    Era solo un piccolo appunto, una precisazione, un nonnulla degno di ben poca attenzione. Non c'era bisogno di prendersela così, se l'avessi saputo prima che suscitavo tutto sto can can...
    Non ho nessuna intenzione di distruggere la tua fama mondiale, anzi, però se dovessimo dare a tutte le cose in base al loro aspetto... E ti ricordo che anche le tue ciambelline al vino assomigliano a qualcos'altro (te lo sei detto da sola!!!) eppure mica le chiamiamo "orifizi"...

    RispondiElimina
  29. mi fai morire...non c'è verso!!!! Sto sempre a ridere quando ti leggo! E poi la crostata rotta..ti dirò..a mi attira tanto!!! Baciiii

    RispondiElimina
  30. Qui dubbi non ce n'è! Questa è una crostata coi fiocchi altro che stelle e fiori!
    Bravissima!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...