domenica 30 ottobre 2011

Repressioni...

Oh, chi mi segue, forse, ha capito che mi piace, forse, più scrivere che cucinare...non proprio dai,!
Però mi diverte affiancare alla mia ricettina scarsa e sfigata, il raccontino divertente. Sono felicissima quando leggo nei commenti, che i miei post vi strappano una risata, sono davvero soddisfatta.
C'è, purtroppo, il momento, la settimana, che, non sempre mi stimola la scrittura, il narrar belinate  o simili.
Ci sono settimane infinite, come questa, domenica compresa, che il serial killer che è in te, la personalità repressa, la bestia che il tuo cervello, razionale e bene educato, riesce a tener sotto controllo 365 giorni l'anno...percorsi in macchina, parcheggi permettendo, non ce la fa.
O almeno, chiariamo, ce la fa, ma la tua immaginazione è così attiva, lucida, concreta che OH, che bellitudine, cosa ti potrei fare?
Dovete sapere che il mio capo è "dio": sa tutto, fa tutto, risolve tutto, capisce tutto, se fai qualcosa lui lo aveva già pensato prima, se dai un suggerimento, lui ci stava pensando, se sbagli lui lo aveva visto già...ma almeno dillo prima testa di czzzz, così magari non sbaglio, nooo? Narciso in confronto era un povero insicuro complessato che non usciva di casa e, coperti tutti gli specchi per non veder l'orribile viso, si annegò dalla disperazione di una simil bruttezza, causa un Fato altrettanto crudele...NON esagero.
La mia super collega, ragazza straordinaria che, per me, è davvero come una sorella, ogni tanto mi guarda e mi dice :"Siamo due cogl...one, lo sai vero?"
La risposta è si, ma se sei una persona con il gene della serietà e della puntualità, della professionalità ecc, ecc, non ce la fai...purtroppo.

sabato 22 ottobre 2011

Lezione di francese...

Vergognosamente ammetto di non conoscere una sola parola di...qualunque lingua straniera.
Il mio inglese scolastico/universitario mi è stato rimosso, credo, con quella parziale lobotomia che mi fecero nel sonno, a mia insaputa, un paio di anni fa...
Scherzi a parte (mah?), smettendo di cantare le mie canzoni preferite, leggere i testi e...ah sì, anche studiare un pò l'inglese, il mio cervello credo abbia incistato la mia magra conoscenza in una bugnetta che è rimasta lì, persa tra tutta quella materia grigia, più o meno attiva.
Il Nulla...

lunedì 17 ottobre 2011

Facciamoci del male...

Alcuni credono nella reincarnazione, altri credono che, nella vita precedente, avendo commesso brutte azioni, in questa vita  le debbano scontare…
Io non lo so dove stia il vero, forse  ci sono più vite per ognuno di noi, mi piace pensarlo almeno, no? Io ho sempre detto:”Bisognerebbe avere due vite da vivere: la prima ti capita, la seconda te la scegli.”
Chissà?
Una volta lessi un libro di Chuk Palahniuk (autore moooolto particolare), mi sfugge il titolo, dove la protagonista, solo alla fine, si rendeva conto che tutti i messaggi particolari e paurosi che riceveva durante la storia, in realtà non erano che gli avvisi che lei stessa cercava di mandare per impedirle, in questa vita, di commettere gli stessi errori commessi in quella precedente.
…Ehhhh???
Credete che sia ora che ricominci a prendere i miei farmaci?
Non voglio tergiversare…la realtà è che non ho il coraggio di dirvi questa cosa, perché, nel momento in cui lo farò, renderò reale, effettivo questo evento e non potrò più bossarmela, negare o, meglio, fuggire.
Io non so che cosa ho commesso nella mia vita precedente, non lo voglio sapere perché deve essere davvero orribile…
La punizione è degna della colpa?
…Credo che sia peggiore.
Okay, basta, un bel respiro per prendere coraggio.
Questa è la mia punizione.



Non credete anche voi che sia troppo?
Cercherò di mantenere la calma il più possibile, l’obiettività e la lucidità sicuramente, il sangue freddo, pure.
Vi chiedo solo una cosa: ….aiutatttemiiii!!!

martedì 11 ottobre 2011

Biscotti per il NON compleanno della Tinny...

Bè, è davvero imbarazzante...ovviamente non per me, scrivere questo post.
Ormai è da mesi che il mio rapporto conflittuale con Fausta è sulla bocca di tutti.
Il mio psichiatra ha ripetutamente cambiato la mia terapia, cercando di aiutarmi...ma inutilmente.
E' così, me lo sento, non va proprio.
Si cerca di mantenere rapporti civili, il più possibile, no?
Passi quell'uovo al tegamino che mi sta ancora un pò qua, ma questa proprio...
Che la signorina (io continuo a chiamarla signorina, benchè sposata, ma il carattere da zitella quello c'è eccome e perciò...) sia difficile, permalosa ed umorale, è risaputo ai più, ma che debba, così impunemente, decidere persino la data del mio compleanno, questo no.
Insomma, NON è il mio compleanno, ma lei ha deciso di sì, capite?
Io lo trovo agghiacciante...
La dolcissima Elena mi chiama sconvolta, scusandosi per esserselo dimenticato, sentendosi anche  in colpa, capite?? Ed io le chiedo, sempre col solito tatto che mi contraddistingue "Ma cosa ti sei fumata Ciccia? Non è il mio compleanno!"
"Ma la Fausta ha fatto un post così carino, ha fatto persino dei biscottini glutenfree per l'occasione!"
Ma la Fausta...appunto.
Non è che si possa vivere sempre sul chi va là, no? Uno ha bisogno di serenità, di vivere una vita il più tranquilla possibile, nooo??
Abbiamo bisogno di certezze nella vita, IO ho bisogno di certezze, mi capite??
Non mi si può cambiare così impunemente la data del mio compleanno...il MIO compleanno senza avvertirmi?? Non è che, ti svegli una mattina e non sei più nata il 4 giugno (l'anno è affar mio, chiaro??!), ma l'11 di ottobre, non esiste, non si può fare, su!
E chi lo va a dire a mia mamma?? "Sai che c'è mami? E' che ti sei sbagliata, non sono nata a giugno, ma oggi! Si, si, ti sei confusa un pelino, pare che il mio compleanno sia oggi...la tua gravidanza è durata come quella di una elefantessa, e si che ti sentivi  con le zampine un pò gonfie..."
Io non credo di averne la forza.
Chiudo questo orribile, imbarazzante post, ringraziando di cuore per tutti gli auguri che ho ricevuto.
Consiglio vivamente di NON seguire più questo blog, perchè fossi in voi, avrei davvero paura...
...
Tanti NON auguri a meeee, tanti NON auguri a meee, tanti NON auguri splendidafantasticasupersonica Tinny, tanti NON auguri a meeeee!
...
Faustidda, sei un geGNiaccio amica mia, sei insuperabbbbile!
...Ma non finisce qui, lo sai questo, vero??

Ingredienti, io ho seguito la sua ricetta usando la maizena



mercoledì 5 ottobre 2011

TORRETTA DI MELANZANA...

Quando possiedi quelle tremila riviste di cucina che, se facessi due conti di quanto ti son costate, giusto giusto ti ci uscirebbe un Porsche Carrera, sarebbe carino, almeno una o due volte, nell’arco di quei 6 anni, provare una ricetta o due.
Così, forse un mese fa, non ricordo, sfogliando svogliatamente l’ultimo numero, mi cade l’occhio su una ricettina.
Sono pigra, di corsa, d’estate, come ho già avuto abbondantemente modo di dire, tra scazzi vari, dolori reumatici che, sorpresa, vengono a tutte le età perché se vivi in Amazzonia il tuo corpo, ogni mattina, non ne vuole saperne di funzionare, la voglia di cucinare, o, meglio, di mangiare, se ne va in vacanza…dove non si sa, ma, per me, al fresco.
E così, arrivo a casa, faccio quello che devo fare, mi siedo sul mio amatissimo divano, tiro su le zampette gonfie e prendo un numero di “Sale&Pepe”.
La sfoglio: questa no, troppo difficile, questa no avrà 500000 di calorie, questa no, ma dai! e questa no, arrivo a lei.
Semplice nell’esecuzione e nella scelta degli ingredienti.
Io ho fatto una modifica che mi ispirava e, devo dire, si è rivelata okkey.

INGREDIENTI:
1 bella melanzana rotonda grande.
12 podorini piccadilly
2 cipollotti freschi
1 spicchio d’aglio
100 g di ottimo tonno sott’olio
1 burrata
Sale, pepe, origano, basilico a piacere.


Tagliate la melanzana a fette sottili e grigliatele sulla bistecchiera.
Mettete da parte e conditele con un filo d’olio, sale ed origano e le foglie di basilico
Tagliate lo spicchio d’aglio e conditele rimescolandole con le mani.
In una padella fate rosolare i cipollotti ed aggiungete i pomodorini tagliati a metà.
Non fateli cuocere molto, devono rimenere belli sodi. Aggiungeteci circa 5 fette di melanzana tagliata a striscette e fatele appassire ed insaporire. Mettete da parte.
Prendete la burrata, tagliatene più o meno la metà e frullatela insieme al tonno.
Aggiungete ad occhio un po’ di latte fino ad ottenere un patè morbido.
Non salate.
Dividetevi le fette di melanzana in due bei piattini ed iniziate a comporre: una fettina di melanzana, un bel cucchiaio di patè, una fettina di melanzana, un bel cucchiaio di pomodorini e melanzane, ecc, ecc. Non c’è un limite di altezza…finchè ne avete, ne mettete.
Il risultato e questo e son soddisfatta.





LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...