domenica 8 aprile 2012

AUGURONZOLI...

Il Neuronzolo fu svegliato dal campanello.
Ma che succede? Pensò tirandosi su.
Si levò il berrettone di lana che copriva il suo testone dagli spifferi della notte e si stropicciò gli occhi.
Ma che balle, ma insomma, ma chi è??  Non è vacanza??
Non è Pasqua??
Si buttò giù dal letto, "strambellando" un po' sul tappeto blu pelosetto con le zampine lunghe, ma riuscendo a non perdere l’equilibrio.
Orsù, vediamo chi mi rompe le balle.
Non conosco nessuno…
Apre il pesante portone e non vede nessuno.
Ma allora!
“Guarda giù, sono qui!” esclama una vocina.
Ed il Neuronzolo abbassa il testone.
“E tu chi cavolo sei??”
“Sono il coniglio di Pasqua Neuronzolo! Sono venuto a farti gli auguronzoli!”
“Il coniglio di Pasqua?? Gli auguronzoli?? Ma perché a me, scusa? Ma che cosa me ne frega? Io sono il Neuronzolo, non conosco nessuno, sono da solo su questo pianeta!”
Il coniglio saltellando sorride. “Ma no che non sei da solo…solo che stai un po’ sulle balle agli altri neuronzoli ed allora ti mollano.”
Il Neuronzolo si gratta il testone pensieroso.
“Ma perché starei sulle balle…io non faccio niente!”
“Ma appuntoooo. Te ne stai sempre li, in un angolo a rimuginare…dopo un po’ gli altri si fracassano la cosiddetta e se ne vanno.”
Il Neuronzolo sporge il mento. “Sarà come dici coniglio, ma io stavo dormendo. Sono molto stanco…ho pensato molto in questi giorni…ieri sera mi son dovuto ricordare anche di tagliarmi le unghie…sono esausto.”
Il coniglio scoppiò a ridere. “Ma smettila, andiamo a fare una passeggiata, su! Devi aiutarmi a cercare le uova di Pasqua!”
“Ma non sei tu che le nascondi per farle trovare ai bambini, scusa?!”
Il coniglio fece spallucce. “Si, ma mi sto un pochino rincoglionendo e non mi ricordo più dove le metto…se le metto…ecco.”
Il Neuronzolo sospira. “Vabbè…okkei, ti vengo ad aiutare, però ti devo avvisare che non ho un gran senso dell’orientamento.”
Il coniglio saltella applaudendo. “Evviva, andiamo, andiamo Neuronzolo che il tempo vola!”.
Prendendolo per mano lo trascina giù per gli scalini.
“Ma ho ancora il pigiamozzo, non ho fatto nemmeno pipì e devo far colazione! Se non faccio colazione non riesco a ragionare!”
“Ma smettila Neuronzolo, che non ragioni né a stomaco vuoto né pieno!”
“Bè, scusami, ma adesso stai davvero esagerando. Io sono bravo e buono, ma se mi prendi per il culo ti schiaccio con uno dei miei zampin…mi svegli, mi convinci ad aiutarti, ma almeno non sfottermi essù!”
Il coniglio nicchia e si allontana un pochino saltellando.
“Va bè, va bè…scusa…Dai andiamo Neustronzolo che è tardi!”
Il Neuronzolo sospirò, quel coniglio non gliela raccontava proprio giusta, no no.
Iniziando a camminare in un prato, dietro un cespuglio, il Neuronzolo trovò un bellissimo uovo azzurro tutto decorato.
“Hei coniglio, ne ho trovato uno!” urlò.
Il coniglio, lo raggiunse a grandi salti.
“Dove dove?? Ohh, eccolo! Fantastico! Bravissimo Neustronzolo!”
Il Neuronzolo si morsicò un labbro “Senti coniglio, è già la seconda volta che mi chiami Neustronzolo, non credere che non ti abbia sentito prima.”
E con un piedonzolo dà un bel pestone sull’uovo spatasciandolo tutto.
Il coniglio impallidendo si porta le manine sulla bocca soffocando un urlo.
“…Ma…ma cosa hai fatto??”
“Ho fatto che me ne torno a dormire! Non me ne frega niente delle tue ovinchie e ti ho sentito! Non mi chiamo Neustronzolo, non è più divertente…non lo è mai stato in realtà!” e girandosi torna sui suoi passi.
Rientrato in casa si ributta a letto, ma ormai il sonno è rovinato.
Che balle…che Pasqua di medda…
Si alza di botto.
Sai cosa?
Mi è venuta voglia di un bel coniglio in casseruola, con le olive.
Esce di corsa da casa e ritorna nel pratone.
Coglionzolo???!! Guarda, ti chiedo scusa per prima, ma sai, noi Neustronzoli siamo un po’ permalosi!...Cosa dici??? Guarda non ti sento, ho le orecchie piccole nonostante il testone…vieni qui un attimo che così ci chiariamo…coglionzolo!”.
Nessuno seppe più nulla del coniglio pasquale.
I bambini passarono ore ed ore a girovagar per prati senza trovare nessun ovonzolo.
Il Neuronzolo tornò a condurre la sua pigra e tranquilla esistenza ed a gironzolare per le strade.
Tutto nella norma insomma, tutto tranquillo.
Auguronzoli a tuttiiii!!



Divertentissima foto presa da qui




15 commenti:

  1. Allora dici che il conigliozzolo è finito in padella???? Ahahahahahah che ridere.. Buona Pasqua e un abbraccio

    RispondiElimina
  2. buona pasqua Tinny, il coniglionzolo si sta rosolando ben bene? un bacione

    RispondiElimina
  3. Nooooooooo aiuto! Già il coniglionzolo sta facendo 4 salti in padella, e ora arriva il forchettonzolo che ci infilza tuttiiiiiiii! sigh!
    Un bacione, tanti auguri di cuore ^_^

    RispondiElimina
  4. ciao Tinny!! Buona Pasquonzola e Pasquettola!!! Spero tanto che il coniglionzolo si sia solamente nascosto e non finito in padella ;-)

    RispondiElimina
  5. Buona Pasqua,carissima!Un bacione forte da Grecia!

    RispondiElimina
  6. Carissima Tinny tanti tanti auguri di una serena Pasqua!
    una abbraccio

    RispondiElimina
  7. Ciao bella, buona Pasqua (quasi finita) pure a te... anzi, AUGURONZOLI!!! ;-P

    RispondiElimina
  8. Ancora auguri anche al neuronzolo e buona Pasquetta!!!!

    RispondiElimina
  9. sempre la solita grullonzola!
    tanti auguri!

    RispondiElimina
  10. un libro per il neuronzolo!!!

    RispondiElimina
  11. Una storionziola molto allegronzola!
    Un bacionzolo!

    RispondiElimina
  12. ahahahah..ti prego...ma non farci mancare troppo a lungo le avventure del caro neustr..ehmm..neuronzolo che mi fa sempre scompisciare bdalle risate!!!!! Io non lo so da dove ti escono ste storie..ma sei un genio!! Buoina Pasqua bella gioia!!!!(anche se passata!!)

    RispondiElimina
  13. insomma vorresti dire che il neuronzolo s'è MANGIATO il conoglietto pasquale??? Ma che storia è questa!!! Non si mettono in padella così, i coniglietti!
    Eh... dì un po', le olive erano taggiasche? No, perché se non erano taggiasche io non...

    RispondiElimina
  14. Tinny ricordati di cambiare la foto del tuo profilo. Mi dicono che sei diventata......"diversa"....con le penne!

    RispondiElimina
  15. Ma quanto ci hai pensato per mettere giù questo racconto un po' stronzolo?
    comunque...anche a me stanno sulle balle i coglionzoli...e stasera...coniglio alla cacciatora!!!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...