domenica 17 giugno 2012

UTOPIA...

INGREDIENTI:
500 g farina BiAglut.
2 dl d'acqua
75 g olio di oliva
200 g stracchino.


Oh, oggi vi  voglio parlare  dell'Utopia o di quel vano tentativo di raggiungere mete irrealizzabili...almeno per me.
I celiaci devono rinunciare a talmente tante cose che un essere umano non può nemmeno lontanamente immaginare.
E va bene il profumo e va bene il sapore e va bene la croccantezza e va bene...ebbastaunpo'!
Io che vivo a scomparti mentali, immagino un mega cassettone, di quelli di una volta con tantissimi cassettini...ecco, la focaccia di Recco ne occupa uno...ma sta nel reparto Utopia/Sogni Irrealizzabili...quello accanto alle calze di lana belle pesantotte che ti metti per non farti venire i geloni in Farmacia...mi sembra che sia giù di li, più o meno!






Tempo fa presi spunto da loro, ma ci misi il lievito come spiegai.
L'altro giorno mi si accende il Neuronzolo...
Mi dico "Ma perchè non guardo su YouTube il video della vera focaccia di Recco??? Ci trovi di tutto vuoi che non ci siaaa???"
Geniaccio che sono, così me la imparo bene, me la rifaccio e me la magno, no??? Che vuoi che ci voglia, nooo???
Seeeeeee.






L'occhio trae in inganno.
Anche se la mangi ustionante con quei tre chili di stracchino e ci metti pure il prosciutto cotto, la pasta rimane comunque pesante.
La puoi tirare col mattarello, tirare il mattarello e giocarti il posto in coda per il Purgatorio  con  sproloqui di una volgarità estrema coinvolgendo  qualche  non ben precisato  personaggio, sfidar la sorte per posizionar gli strati senza farli cadere o romperli, che per me rimane comunque  un'Utopia...la famosa Utopia del czzzz per capirci.
Mi manca sicuramente la manualità ed il forno da focacceria che fa davvero tanto che dite?






Essì che quella vera vera la mangiai nella mia vita precedente glutinosa, ma, ad onor del vero, mangiai anche la versione senza glutine di una focacceria di Recco che mi soddisfò parecchio.
Dice il Saggio:"Se non sei capace, fai dell'altro, nooo??"
Qualcuno potrebbe anche sottolineare del perchè io continui ad usare sempre e solo la farina BiAglut...ma sapete bene che certe domande non hanno risposta...




...
Magari potrei spostarla e metterla nel cassetto vicino vicino alle magliette della salute, che dite?
Alla prossima.



41 commenti:

  1. Però... lo so che le foto non fanno apprezzare gusto e consistenza, ma a vederla sembrerebbe perfetta!
    Dai che sei stata brava comunque, già solo per il fatto d'averci provato meriti un encomio!
    E poi, già è abbastanza difficile farla glutinosa, figuriamoci sglutinata!
    Buona domenica sera, baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie carissima. Le foto rendono, ma il gusto no. Molto dura, pesante...Glutinosa è difficile sicuramente, ma si stende molto meglio...col glutine-bastardo! Un abbraccio.

      Elimina
  2. Bella gioia, come stai? tutto bene?
    Io non riesco neanche a immaginare una vita gluten free e credo ch tu faccia le cose davvero bene! Anche perchè, solo a guardarla questa focaccia non ha da invidiare nulla a quella vera! Sembra una squisitezza!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Abbastanza su...Brava, a vederla! Un bacioneee.

      Elimina
  3. Bella gioia dì quel che vuoi ma io ti ammiro due volte e lo dico sinceramente. Primo perchè hai avuto il coraggio di tirare quella sfoglia che io penso non troverò mai. Secondo perchè la versione è pure gluten free con tutte le difficoltà in più che comporta. Quindi tanto di cappello alla tua focaccia di recco, a vederla dalla foto fa proprio gola :D! Un abcione, buona settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pare che il segreto sia la farina di mannitoba che la rende elasticizzzzima. La sfoglia la tiri, il problema è che rimane dura e per nulla elastica...Grazie Fede, un bacione.

      Elimina
  4. Hai ragione, non posso immaginare cosa significhi privarsi di tanti alimenti, ma so che farei gia fatica a limitare gli zuccheri. Pure io ammiro la tua forza e il tuo voler esperimentare, ed esprimere, soddisfazioni e meno.. Ma è tanto lontana la focacceria di Recco? Una buona occasione per tornarci e " fare il pieno" ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Dany. Più che altro è rassegnarsi alla rinuncia.
      Un po' come smettere di fumare. Recco è a 20 minuti di autostrada. Un abbraccio.

      Elimina
  5. poche ciance, secondo me è buonissima.
    utopia o non utopia
    e poi comunque, basta vere pazienza: coll'attuale ritmo di diagnosi, di qui a qualche anno noi celiaci conquisteremo il mondo, e non esisteranno altre farine fuorché le nostre, i campi di grano verranno dismessi e troveremo focaccerie senza glutine ad ogni angolo di strada :-)
    il che non è una bella notizia, perché pur sempre di patologia si tratta, ma l'idea che ogni forno e bar vada bene per noi ogni tanto mi solletica la mente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahah, hai troppo ragione! Le diagnosi sono in aumento...l'ideale sarebbe avere farine senza glutine come quelle col glutine...utopia n 2! Super focaccerie, pizzerie, ovunque...utopia n 3! I famosi cerchi nel grano saranno ancora per colpa nostra???? Un abbraccio.

      Elimina
  6. Concordo a pieno con tutte le tue titubanze sulle farine e sulle difficoltà delle focacce senza glutine...ma a dirti la verità dalle foto sembra veramente invitante.
    Ti seguo da poco ma mi piace la tua lucida visione delle realtà, dal bancone della farmacia. Anche la mia farmacista preferita(ovviamente dipendente), fa un pò di tutto dalla psicologa alla cassiera e gode della mia totale ammirazione quando a differenza dell'unico uomo medico dello staff, che viene chiamato sempre "dottore",non fa una piega mentre la stressano con le richiesta più assurde e la chiamano "signorina"!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Non ho trovato i followers da te! Salutami la tua "signorina" preferita della Farmacia!!

      Elimina
  7. dalle foto sembra essere bella e buona, che altro vuoi tu???

    io mai provato a rifare questa focaccia...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non mi son mangiata la foto, ma la protagonista della foto! L'apparenza inganna!! Provala che son curiosa. Un abbraccio.

      Elimina
  8. Il sapore non lo so, ma a guardarla è molto invitante.Io l'assaggerei molto volentieri.Buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non farlo! Grazie Giovanna, buona settimana!

      Elimina
  9. Non credo che proverò quantomeno a breve a tirare quella sfoglia....tu ci hai provato e il risultato non mi sembra affatto male!! Baci e buona settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie. Tirare si tira, il problema è non romperla e, comunque, non essendo elastica, rimane dura. Anche a te, a presto.

      Elimina
  10. A me la tua focaccia sembra molto invitante!
    Qualche anno fa, trovandomi in zona, assaggiai (divorai) la focaccia di Recco, da allora ho provato spesso a rifarla ma con risultati davvero deludenti.
    Un abbraccio!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La focaccia di Recco è unica, se non la si mangia non si può immaginare! Un bacione!!

      Elimina
  11. Ecco, ti sei data la risposta da sola: se continui ad usare solo quella farina non otterrai niente di diverso. Ieri ho fatto una focaccia che non aveva niente da invidiare alla versione glutinosa, credimi. Vieni da me e poi ti faccio assaggiare e vedere la differenza!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vabbè vabbè se vuoi rigirar il coltello nella piaga...okkei arrivo.

      Elimina
  12. Guarda, a me pure così va bene ;-)

    RispondiElimina
  13. AMEMISEMBRA DAVVERO BELLISSIMA e concedimi questo rafforzativo sgrammaticato ma a noi toscani ci garba parecchio dire a me mi!
    In ogni caso le Utopie non sono solo prerogativa dei celiaci anche se capisco che voi ne avete qualcuna in più. In ogni caso non dovresti smettere di tentare, prima o poi quella perfetta arriva. Ne sono certa...come il mitico Jack "Wendy, I'm hoooomeeee"....(ho letto il libro...sono leggermente fissata con MR King). Ti abbraccio peste. Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grassie. Le Utopie non sono prerogativa di nessuno, vanno dove vogliono e spaziano in ogni campo! Anch'io adoro il mitico SK, davvero unico. Un abbraccio a te!

      Elimina
  14. a me sembra che tu non dovresti fare dell'altro!!! Quella "Recco" è bellissima ed io vorrei proprio saggiare con mano se è così sgnoccolosa come ce la racconti!
    OPS... cos'ho fatto? Ti ho fatto un complimento? Mi sono sbagliata, of course...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immaginavo...è il caldo...poi passa tranquilla.

      Elimina
  15. Da vedere è fantastica...ma io che non sono ligure la tiro con la macchinetta...ops sfogliatrice, pensi che con la BiAglut si riesca? Un bacio grande!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Potrei provare, ma il problema rimane sempre l'elasticità nulla...pasiensa! Grazie carissima, un bacione.

      Elimina
  16. ottima assolutamente da provare copioooo

    RispondiElimina
  17. A me sembra buonissima...Un bacione,carissima Tinny!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sempre troppo buona, un bacione!

      Elimina
  18. ma se è bellerrima!!! e si che sei davvero troppo esigente...già basta l'aspetto no?! ;-)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molto esigente, lo sai...
      Bacioniiii!!!!

      Elimina
  19. secondo me dopo che l'hai preparata 2-3 volte acquisti la manualità, comunque questa io la mangerei tutta! Un abbraccio SILVIA (adoro il salato e questa non l'ho mai mangiata)

    RispondiElimina
  20. Vista in fotografia la tua mi sembra ultra golosa ed invitante. Eppoi, io adoro i progetti utopistici, lanciarmi delle sfide e vedere come va. Prova ancora e vedrai che mano a mano ti verrà sempre meglio, stendere la farina senza glutine non è facilissimo.
    Un bacione

    RispondiElimina
  21. una volta l'ho provata e senza lievito mi è venuta " na schifezza". A dirla tutta non ho mai assaggiato quella buona,fatta come si deve.
    Un bacione.

    RispondiElimina
  22. Ciao,

    Vogliamo presentarLe il sito Ricercadiricette.it, dove gli utenti possono cercare tra oltre 62000 ricette che appartengono a siti web e blog in italiano specializzati in ricette di cucina. Inoltre abbiamo creato il Top blogs di ricette, dove può trovare tutti i blog che ci sono già aggiunti, e dove Lei può anche aggiungere il Suo: http://www.ricercadiricette.it/top-blogs-di-ricette. Noi indicizziamo le sue ricette e gli utenti le potranno trovare usando il nostro motore di ricerca. E non deve preoccuparsi di nient’altro poiché tutto in Ricercadiricette.it è gratuito!

    Ricercadiricette.it ha diversi siti fratelli in Svezia, Brasile, Spagna, Francia, Germania, Stati Uniti e in tanti altri paesi. Vuole diventare un membro di questa grande famiglia?

    Ci può trovare anche su Facebook!

    Siamo a Sua disposizione!
    Andreu
    info@ricercadiricette.it

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...