giovedì 21 giugno 2012

FINALMENTE...


Ohhhh...
La Tinny vi saluta.
Sabato spiccherà il volo per queste ferie strasudate...in tutti i sensi visto che in Farma rasentiamo i 35 gradi, condizionatore spento perchè fa brutto, porta aperta perchè fa marketing...tutto nel normosolito insomma.
La cosa divertente è che rientrerò il 30...giusto in tempo per godermi l'estate, luglio ed agosto (i miei mesi preferiti per lavorare, si si!).
Un abbraccio e sempre un grazie a chi mi segue, nonostante i casini, le ricette sbagliate o bruciate, i miei turpiloqui verso tutti, vecchiette comprese e chi più ne ha più ne metta!
Alla prossima ragassuole!



Foto presa da web...

domenica 17 giugno 2012

UTOPIA...

INGREDIENTI:
500 g farina BiAglut.
2 dl d'acqua
75 g olio di oliva
200 g stracchino.


Oh, oggi vi  voglio parlare  dell'Utopia o di quel vano tentativo di raggiungere mete irrealizzabili...almeno per me.
I celiaci devono rinunciare a talmente tante cose che un essere umano non può nemmeno lontanamente immaginare.
E va bene il profumo e va bene il sapore e va bene la croccantezza e va bene...ebbastaunpo'!
Io che vivo a scomparti mentali, immagino un mega cassettone, di quelli di una volta con tantissimi cassettini...ecco, la focaccia di Recco ne occupa uno...ma sta nel reparto Utopia/Sogni Irrealizzabili...quello accanto alle calze di lana belle pesantotte che ti metti per non farti venire i geloni in Farmacia...mi sembra che sia giù di li, più o meno!






Tempo fa presi spunto da loro, ma ci misi il lievito come spiegai.
L'altro giorno mi si accende il Neuronzolo...
Mi dico "Ma perchè non guardo su YouTube il video della vera focaccia di Recco??? Ci trovi di tutto vuoi che non ci siaaa???"
Geniaccio che sono, così me la imparo bene, me la rifaccio e me la magno, no??? Che vuoi che ci voglia, nooo???
Seeeeeee.






L'occhio trae in inganno.
Anche se la mangi ustionante con quei tre chili di stracchino e ci metti pure il prosciutto cotto, la pasta rimane comunque pesante.
La puoi tirare col mattarello, tirare il mattarello e giocarti il posto in coda per il Purgatorio  con  sproloqui di una volgarità estrema coinvolgendo  qualche  non ben precisato  personaggio, sfidar la sorte per posizionar gli strati senza farli cadere o romperli, che per me rimane comunque  un'Utopia...la famosa Utopia del czzzz per capirci.
Mi manca sicuramente la manualità ed il forno da focacceria che fa davvero tanto che dite?






Essì che quella vera vera la mangiai nella mia vita precedente glutinosa, ma, ad onor del vero, mangiai anche la versione senza glutine di una focacceria di Recco che mi soddisfò parecchio.
Dice il Saggio:"Se non sei capace, fai dell'altro, nooo??"
Qualcuno potrebbe anche sottolineare del perchè io continui ad usare sempre e solo la farina BiAglut...ma sapete bene che certe domande non hanno risposta...




...
Magari potrei spostarla e metterla nel cassetto vicino vicino alle magliette della salute, che dite?
Alla prossima.



domenica 10 giugno 2012

MA ALLORAAA!!!



Ma allora! Non è che voglio essere sempre la solita menabelini, ma perchè me lo dovete frullare anche se vi saluto con "Arriverderci"???!!!
In Farmacia, quando finisco di servire, essendo una persona (checchè ne direbbe una!) moooolto fine ed educata, saluto con un "Grazie mille, arrivederci!"
D'accordo che, in certi momenti, farei arrossire l'essere più scurrile del mondo ed il retro della Farmacia se potesse parlare...
Ma, concedetemi, non sono la sola perchè le mie supercollleghe non sono da meno in quanto a signorilità. 
Una volta un cliente mi rispose:" Bè, ci sarebbe da discutere sul fatto che in farmacia ti salutino con un arrivederci!"
"..............!!!!!!!!!!!!"
Bene.
Vogliamo aprire una parentesi sul fatto che potresti tornare anche per comprarti uno shampino o, mooolto meglio, un bel deodorantino??
E del fatto che siamo sempre chiusi od in ferie??
"Ieri sono passata ed eravate chiusi!"
"No signora, guardi."
"Ed invece si! Sono passata ed eravate chiusi, mica sono scema!"
"....."
Okkei, allora io mi sono alzata, sono venuta giù, sono entrata in Farmacia, ho messo a posto le medicine e poi sono rimasta chiusa dentro per otto ore perchè, a dire la verità, a casa mia me lo meno e così anche quando la farmacia è chiusa io ci vado lo stesso...così.
Ma allora!!!
E perchè ce lo dovete sempre frullare a prescindere???
Da quando le Farmacia hanno liberalizzato l'orario e da quando l'imbecille di turno in zona ha deciso di non chiudere mai, tutti gli altri gli sono andati dietro a ruota perchè, maniman, vuoi guadagnare meno di lui???
In Caruggio siamo in 4 se stiamo tutti aperti tutti i giorni, secondo voi la gente si sdoppia o rimane sempre la stessa???
Allora ci mettiamo anche le domeniche, così tanto per essere solo noi aperti perchè pure i bar son chiusi, no???
Una volta una tizia mi ha detto "Ah, vabbè, se uno non ha una famiglia anche se lavora la domenica..."
Ahhhh giusto, non avendo dei figli, automaticamente, non esisto come nucleo familiare in quanto tale e quindi posso anche lavorare sempre, perchè intanto chissenefrega, no??
Ma allora!!!!
E' anche evidente che il mio blog di cucina è destinato a chiudere i battenti.
Per ovvia mancanza di tempo non riesco più a far nulla di sconfinferoso.
Quando ho un giorno libero ho talmente tante cose da fare che "manco" lo accendo il compursterz e me ne sto con le zampette varicose sollevate il più a lungo possibile.
Perciò ho una proposta geniale da farvi: dal momento che non ho neanche più il tempo per scopiazzare la Faustidda, pensavo che potreste inviarmi le vostre ricette.
Io le metterò bel belle sul mio blog ovviamente senza scrivere le fonti o linkarvi, sia chiaro perchè diventeranno immediatamente di mia proprietà.
Mi sembra corretto, no?
Sia chiaro che le ricette dovranno essere di notevole abilità culinarie, stratosferiche, con foto di ottima qualità e testi correttamente scritti, chiari e facilmente ripetibili.
Ovviamente senza glutine...ma sul serio però, con ingredienti certificati non come fanno molte che ti mettono ricette dicendoti che sono senza glutine, ma in realtà non lo sono perchè se non lo si sa il glutine è celato in parecchie robine, eh?
Non mi sembra di essere nè pretenziosa, nè folle, eh?
Detto questo vi saluto...
...
Stavo pensando...e se invece  scrivessi  solo belinate????
Alla prossima.

domenica 3 giugno 2012

VIETATO AI MINORI...

Come ho già avuto ampiamente modo di dirvi al Farmacista si racconta ogni cosa.

I maschietti che hanno un brufolino lì.
I maschietti che hanno una piaghetta ancora lì.
Le femminucce che sono un po’ secchine là.
Le femminucce che ti portano il test di gravidanza appena fatto per avere la tua opinione se quella seconda linea flebile flebile c’è o no…” Perché sa il mio fidanzato ne ha già due di figli e si che non gli importerebbe poi tanto, ma io devo andare in ferie e stasera volevo bermi un bel limoncello.”
Ecc, ecc…
Non transigo sulla leggerezza delle ragazzine di oggi, l’assoluta mancanza di responsabilità sull’avere rapporti sessuali non protetti.
Vengono a comprare il test di gravidanza subito dopo aver avuto il rapporto e tu che gli spieghi che non è che funziona proprio così, il test diventa positivo o negativo dopo qualche settimana…usare precauzioni nooo??
In realtà sono sempre stata così; nel Paleozoico quando andavo al Liceo, andai insieme ad altre compagne a comprare un test di gravidanza per una di loro…ero talmente imbufalita ed incazzata che penso che il farmacista avrebbe scommesso la sua busta paga che fosse per me…e invece no!
La mia generazione ha imparato i segreti del sesso su pubblicazioni di altissimo livello culturale tipo “Cioè”, ma erano altri tempi no?
Il fantomatico “petting”…petting che? Io sono sempre vissuta su un altro pianeta, lo ammetto e quando ne ho compreso il recondito significato mi si è illuminato il Neuronzolo (solitario già ai tempi del Liceo haimè!).
Ahhhhh, ma sarebbe il tucchignarsi un po’?? E chiamiamolo così, no???
Comunque tutto questo preambolo per raccontarvi che qualche anno fa fui scelta come farmacista di fiducia (solito culo) di una ragazzetta minorenne che mi raccontava nei minimi dettagli tutti i giochini che faceva col suo “fidanza”, vantandosi però sulla sua assoluta integrità (ne vogliamo parlare??) e di come lui insistesse per concludere…e  lo credo, no??
La mia collega tutte le volte che se ne andava mi diceva “Questa fa come le sorelle, appena lo fa ci rimane!”
Donna saggia.
Perché dovete sapere che c’è una sorta di tradizione familiare per certe cose.
La volta dopo torna e mi dice che il suo fidanzato è praticamente esploso e se poteva essere rimasta incinta tenendosi le mutandine per qualche ora.
E tu pensi intanto che colpa devi espiare, che delitto o massacro compiuto in una vita precedente devi pagare, quante creature innocenti hai lanciato con rincorsa giù da una rupe…
Se poi ci mettiamo che magari è anche il periodo, piuttosto lungo in cui cerchi tu di procreare e non te ne va dritta una, la pazienza non è che ti esca proprio dalle orecchie.
“Guarda, state attenti, usate precauzioni…”
E questa ti guarda cercando di capire il significato estremamente complesso del termine.
Un mesetto dopo torna e compra un test di gravidanza.
Rulli di tamburo e squilli di trombe???
Esatto!!
Un bel matrimonietto evvia!
Gli anni passano, il bambino cresce.
Qualche giorno fa arriva e becca la mia collega.
Parlottano per qualche minuto e se ne va.
La guardo.
“Sai che cosa voleva?”
“??”
“Mi ha detto che è preoccupata per suo fratello. Pare sia poco interessato, svogliato. Mi ha chiesto se esiste qualcosa per aumentare il desiderio sessuale…”
Già…
Peccato che abbia solo delle sorelle…
E’ risaputo che dopo le esplosioni qualche defaillance ci possa essere all’impianto…

C’è ancora una quarta sorella.
Ma per il momento a parte un test di gravidanza comprato un annetto fa, non da ancora segni di cedimento…
Aspettiamo che la tradizione familiare venga rispettata.
Siamo sufficientemente fiduciose.
Alla prossima…





LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...